Indici e dati fiscali

Interessi di mora più bassi dal 1° ottobre

Roberta Moscioni | 08/09/2010 A decorrere dal primo ottobre 2010, gli interessi di mora per ritardato pagamento delle somme iscritte a ruolo sono determinati nella misura del 5,7567 in ragione annuale. Così prevede il provvedimento emesso dal direttore dell’agenzia delle Entrate, Attilio Befera, in data 7 settembre 2010. Nelle motivazioni del provvedimento si legge che l’applicazione del saggio agli interessi di mora per ritardato pagamento delle somme iscritte a ruolo deve essere utilizzato a partire dalla notifica...
FiscoIndici e dati fiscali

Sale a quota 4,28% a luglio il tasso di riferimento per il credito agevolato

Roberta Moscioni | 01/07/2010 Il tasso di riferimento per il credito agevolato a industria, commercio, artigianato, editoria, industria tessile e zone sinistrate del Vajont ha registrato un ulteriore aumento di valore nel mese di luglio. La nuova misura del parametro in vigore dal 1° luglio 2010 è pari, infatti, a 4,28%, evidenziando una crescita dello 0,15%, rispetto al4,13% del mese di giugno.
FiscoIndici e dati fiscaliEconomiaEconomia e FinanzaDati economici




Per il tasso di aprile solo + 0,05%

Gioia Lupoi | 01/04/2010 Il tasso di riferimento per il credito agevolato a industria, commercio, artigianato, editoria, industria tessile e zone sinistrate del Vajont (settore industriale) si attesta a sul valore di 4,23%. Decorre dal 1° di aprile 2010.
FiscoIndici e dati fiscali


Il canone di locazione a gennaio 2010 segna più 1,3% rispetto all’anno prima

Gioia Lupoi | 02/03/2010 È stato pubblicato, sulla “Gazzetta Ufficiale” n. 49 del 1° marzo 2010, il comunicato Istat con Indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, relativi al mese di gennaio 2010, ex articolo 81 della legge 27 luglio 1978, n. 392 (Disciplina delle locazioni di immobili urbani). I canoni di locazione a gennaio 2010 presentano un incremento dell’1,3% rispetto a gennaio 2009.
ImmobiliFiscoLocazioniIndici e dati fiscali


Il coefficiente di rivalutazione Tfr di gennaio è pari allo 0,235457

Roberta Moscioni | 24/02/2010 Il coefficiente di gennaio per rivalutare le quote di trattamento di fine rapporto, che sono state accantonate al 31 dicembre 2009, risulta pari a 0,235457. Per la determinazione del coefficiente di rivalutazione delle quote di Tfr si prende a riferimento l’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (senza tabacchi e lavorati) diffuso dall’ISTAT. Per il mese di gennaio, il suddetto indice è pari a 136,0.
Indici e dati fiscaliFisco