IVA


Forniture di carburante, limiti alla detrazione Iva

eDotto | 11/03/2005 La Corte di Giustizia Ue, nella sentenza del 10 marzo 2005 relativa alla causa C-33/03, ha affermato che le regole Iva inglesi violano gli articoli 17, paragrafo 2, lettera a) e 18 della VI Direttiva Cee, poiché riconoscono ai soggetti passivi d'imposta il diritto di detrarre l'Iva pagata dai propri dipendenti in relazione all'acquisto di carburante purché vengano rimborsate le spese effettivamente sostenute, ovvero venga rimborsato un importo forfetario determinato in base ai chilometri...
Imposte indiretteImposteFiscoIVA

Privi di esenzione i servizi alle assicurazioni

eDotto | 08/03/2005 La Corte di Giustizia Ue - sentenza 3 marzo 2005, relativa alla causa C-472/03 - ha affermato che, ai fini Iva, se un'impresa svolge, per conto di una società di assicurazioni, talune attività connesse alle operazioni di assicurazione, esse non rientrano nella nozione di "prestazioni di servizi relative alle operazioni di assicurazione e riassicurazione effettuate dai mediatori e dagli intermediari di assicurazione", quando l'impresa non ha un rapporto diretto né con l'assicuratore né con...
FiscoImposte indiretteImposteIVA

L'Iva non perde lo sconto

eDotto | 08/03/2005 La Corte di Giustizia delle comunità europee - sentenza 3 marzo 2005 - ha affermato che la cessazione dell'attività d'impresa non determina la perdita del diritto di detrazione dell'Iva relativa ai canoni di locazione dei locali pagati successivamente alla cessazione dell'attività, mentre il diritto di detrazione, svincolato dalla produzione di operazioni attive, non sussiste quando i locali vengono utilizzati per fini privati.
FiscoImposte indiretteImposteIVA

Il termine di restituzione dell'Iva non dipende dalle scelte del Fisco

eDotto | 04/03/2005 La Corte di Cassazione - sentenza n. 813 del 17 gennaio 2005 - ha escluso che semplici provvedimenti amministrativi possano "valere a costituire un diritto altrimenti non esistente, se non nei casi in cui sia la legge stessa ad attribuire questo potere a quella specifica autorità amministrativa". Il termine di due anni per il rimborso dell'Iva non può decorrere dalla data di emanazione di una risoluzione della Direzione regionale delle Entrate, perché l'intervento della DRE non può considerarsi...
FiscoImposte indiretteImposteIVA

Dopo lo Tsunami "riaffiora" l'Iva

eDotto | 03/03/2005 L'interpello contenuto nella risoluzione agenziale n. 64, del 23 aprile 2004, concerne il trattamento Iva da applicare all'addebito al fornitore di una penale per la violazione degli obblighi di contratto. Le Entrate sostengono che non si debba tener conto, in diminuzione dell'ammontare imponibile, delle somme che vengono addebitate al cedente o al prestatore a titolo di penalità per irregolarità nell'esecuzione del contratto.
Imposte indiretteImposteFiscoIVA

L'Iva agricola resta "divisa"

eDotto | 02/03/2005 Con la conversione in legge del dl 314/2004 e specificatamente con l'articolo 6 sexies, sono attuabili dal 1° gennaio 2006 le disposizioni relative all'applicazione unitaria dell'Iva contenute nell'articolo 34, comma 10, del dpr 633/72, quindi le imprese e le cooperative agricole possono anche per l'anno in corso separare le attività svolte nell'ambito della stessa impresa, secondo l'articolo 36 del dpr 633/72. 
FiscoImposte indiretteImposteIVA

Il ritardo per l'Iva non blocca i diritti

eDotto | 02/03/2005 L'agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 31 del 1° marzo 2005, chiarisce che il soggetto non residente che effettua acquisti in Italia prima dell'identificazione diretta ai fini Iva non perde il diritto alla detrazione ed al rimborso Iva per tali acquisti. Restano possibili eventuali sanzioni amministrative dovute alla tardiva identificazione.
FiscoImposte indiretteImposteIVA

La comunicazione dati Iva solo online entro domani

eDotto | 27/02/2005 I contribuenti (più di 3.600.000) tenuti alla presentazione, per via telematica, direttamente o tramite gli intermediari abilitati, della comunicazione dei dati Iva per l’anno 2004, dispongono ancora di un giorno. Modello e programma di controllo per l’invio diretto della comunicazione sono disponibili nel sito Internet dell’agenzia delle Entrate.
FiscoImposte indiretteImposteIVA

Il saldo Iva aperto alle compensazioni

eDotto | 25/02/2005 Il termine ultimo per la corresponsione del saldo dell’Iva relativa al 2004, anche a rate, è il 16 marzo 2005. Per ottenere la riduzione dell’importo del versamento possono essere utilizzati in compensazione i crediti derivanti da dichiarazioni annuali, nel limite massimo di euro 516.456,90 per ciascun anno solare. L’omissione del pagamento può sanarsi con il ravvedimento, provvedendo alla corresponsione dell’imposta, degli interessi legali e di una sanzione pari: al 3,75%, se il versamento è...
IVAImposte indiretteImposteFisco