Licenziamento

Distacco sempre motivato

eDotto | 08/05/2006 La Cassazione, con la sentenza n. 9557/2006, entrando nel merito del potere di distacco nei confronti di un lavoratore presso una struttura affiliata, afferma che esso spetta esclusivamente al datore di lavoro, in considerazione del suo interesse, anche se questi non può esercitarlo in maniera arbitraria, quindi con finalità non consentite. È così necessario stabilire se l’eventuale rifiuto del lavoratore, che può rappresentare giusta causa di licenziamento, sia giustificato o meno...
LicenziamentoLavoro subordinatoLavoro

Assoluzione penale senza reintegro

eDotto | 01/05/2006 La Corte di Cassazione – sentenza n. 6454/06 – ritiene non essere sufficiente l’assoluzione in sede penale per salvare il posto di lavoro, poiché comportamenti penalmente non offensivi possono avere diversa rilevanza sotto il profilo giuslavoristico. Il giudizio colpisce un dipendente di banca, condannato per usura in primo grado ma assolto in appello. Anche dopo l’assoluzione, però, la banca s’era rifiutata di riammetterlo in servizio. E il lavoratore aveva fatto ricorso in Tribunale,...
Lavoro subordinatoLavoroLicenziamento

Tutela soltanto formale al dirigente licenziato

eDotto | 22/03/2006 La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 21673 dell’8 novembre 2005, chiarisce che nella risoluzione di un rapporto di lavoro non contano le mansioni effettivamente svolte, ma quello che le parti hanno formalmente stabilito nel contratto. Nello specifico il caso riguardava il licenziamento di un dirigente che era stato demansionato a figura minore e che per questo richiedeva il riconoscimento dell’illegittimità del recesso e la contestuale applicazione del regime della tutela reale, invece che...
LavoroLavoro subordinatoLicenziamento

Non sempre è licenziabile il finto malato

eDotto | 06/02/2006 Quando il datore venga a conoscenza di gravi situazioni che incrinano il suo rapporto di lavoro con il dipendente, deve sospenderlo in via cautelativa e compiere le iniziative necessarie per l'accertamento e la valutazione dei fatti. Questo lo tutela dal lavoratore che simula la malattia e ottiene un certificato medico falso, dando modo al datore di licenziarlo senza incorrere in una pronuncia giurisprudenziale che gli imponga la riassunzione. Lo afferma la sentenza della Cassazione, sezione...
LicenziamentoLavoro subordinatoLavoro

Licenziamenti, più vincoli al datore

eDotto | 12/01/2006 Le Sezioni unite della Corte di cassazione, con sentenza n. 141 del 10 gennaio 2006, chiariscono che è obbligo del datore di lavoro provare che l'articolo 18 dello Statuto dei diritti dei lavoratori non è applicabile in ragione delle ridotte dimensioni dell'azienda, mentre il dipendente deve dimostrare il rapporto e l'illegittimità della decisione. 
LavoroLavoro subordinatoLicenziamento