Misure cautelari e di sicurezza

Confisca dei beni in comunione salvo che il coniuge non provi il proprio lecito acquisto

Eleonora Pergolari | 17/05/2010 Con sentenza depositata lo scorso 5 marzo 2010, la n. 5424, la Cassazione, Seconda sezione civile, ha rigettato il ricorso presentato dalle mogli di due soggetti, imputati per reati di mafia, nei cui confronti i giudici di merito avevano disposto la confisca delle quote azionarie di una S.p.a. di loro proprietà. Le donne, in particolare, si erano opposte all'applicazione della misura sostenendo che le partecipazioni confiscate erano in comunione legale dei beni e quindi in loro...
Diritto PenaleDirittoFamigliaDiritto CivileProcessuale penaleMisure cautelari e di sicurezza

Confisca definitiva per il mezzo di proprietà dell'automobilista condannato

Eleonora Pergolari | 14/05/2010 Con sentenza n. 12826 depositata lo scorso 6 aprile, la Cassazione ha accolto il ricorso presentato dalla Procura della Repubblica avverso la decisione con cui i giudici di merito avevano pronunciato la condanna di un automobilista che alla guida sotto l'effetto di sostanze alcoliche e stupefacenti aveva causato un grave incidente stradale, senza però applicare la confisca definitiva del veicolo. Nel motivare la propria decisione, i giudici di legittimità hanno ricordato come la misura della...
Processuale penaleDiritto PenaleDirittoCodice della stradaMisure cautelari e di sicurezza

Confisca dei beni legittima se l’offeso non ha titolo per la restituzione

Cinzia Pichirallo | 10/05/2010 L’eccezione contenuta nell’articolo 19 del Decreto Legislativo n. 213 del 2001 sulla responsabilità amministrativa delle società, che vieta la confisca del profitto del reato se i danneggiati sono titolari di una pretesa restitutoria, non opera se i soggetti sono titolari solo di una pretesa risarcitoria, quindi “legittimati ad esercitare l’azione di risarcimento danni per effetto dell’illecito penale”. Lo ha affermato la sesta sezione penale della Corte di cassazione con sentenza n. 16526 del...
Diritto PenaleDirittoProcessuale penaleMisure cautelari e di sicurezza

Niente evasione per chi viola i domiciliari per impossibile convivenza coi familiari

Eleonora Pergolari | 01/05/2010 Con sentenza n. 16673 del 30 aprile 2010, la Cassazione, Sesta sezione penale, ha annullato, “perché il fatto non sussiste”, la condanna impartita dai giudici di merito nei confronti di un ragazzo accusato di evasione dopo che, stante l'impossibile convivenza con i familiari, era uscito intenzionalmente da casa, luogo degli arresti domiciliari, alla presenza dei carabinieri, proprio al fine di “porre consapevolmente in essere una trasgressione idonea a ricondurlo in carcere”. La complessiva...
Diritto PenaleDirittoDelitti e contravvenzioniProcessuale penaleMisure cautelari e di sicurezza

Confisca del motorino se lo si utilizza per commettere un reato

Eleonora Pergolari | 28/04/2010 I giudici della Quarta sezione penale della Cassazione - sentenza n. 16130 depositata lo scorso 26 aprile – si sono pronunciati su una vicenda in cui un uomo, alla guida di un motorino dopo che aveva bevuto, era stato fermato dalla Polizia e sanzionato per guida in stato di ebbrezza. Contestualmente, anche se il suo tasso alcolemico era inferiore a quello previsto dalla legge per fare scattare la confisca obbligatoria del veicolo, gli era stato comunque applicato il sequestro finalizzato alla...
Diritto PenaleDirittoCodice della stradaMisure cautelari e di sicurezzaProcessuale penale

Per la concussione del funzionario è legittima la custodia in carcere

Eleonora Pergolari | 22/04/2010 Confermata, con sentenza di Cassazione n. 15225 del 21 aprile 2010, la custodia cautelare in carcere comminata dal Tribunale di Lecce nei confronti di un funzionario del Fisco, accusato di concussione e falsità in atti pubblici per essersi fatto offrire delle cene in cambio di favori in ordine a delle verifiche fiscali. L'uomo, sospeso dal servizio a tempo indeterminato, lamentava l'illegittimità della ulteriore misura cautelare impartitagli. Di diverso avviso i giudici di Cassazione,...
Misure cautelari e di sicurezzaProcessuale penaleDiritto PenaleDirittoDelitti e contravvenzioni

Per il favoreggiamento omissivo è determinante la posizione di garanzia ricoperta dal reo

Eleonora Pergolari | 19/04/2010 Con sentenza depositata lo scorso 25 marzo 2010, la n. 11473, la Cassazione, Sesta sezione penale, ha rigettato il ricorso presentato da un carabiniere avverso la decisione con cui i giudici di merito avevano irrogato, nei suoi confronti, la misura interdittiva della sospensione dall'esercizio dal pubblico ufficio dopo che lo stesso era stato accusato di favoreggiamento e rivelazione di segreti d'ufficio. L'uomo, in particolare, essendo a conoscenza di elementi utili all'arresto di un latitante,...
Diritto PenaleDirittoDelitti e contravvenzioniProcessuale penaleMisure cautelari e di sicurezza

No all'allontanamento del padre che insulta

Eleonora Pergolari | 14/04/2010 Per la Cassazione – sentenza n. 12897 del 13 aprile 2010 – la misura cautelare dell'allontanamento dalla casa familiare non può essere disposta per il solo fatto che il genitore sgridi i figli o rivolga loro espressioni come “sei un deficiente”. Nella vicenda esaminata dalla Suprema corte, un padre, accusato di maltrattamenti nei confronti dei figli, aveva impugnato la decisione con cui i giudici di merito avevano disposto, nei suoi confronti, l'allontanamento dalla famiglia sulla base della...
Diritto PenaleDirittoDelitti e contravvenzioniProcessuale penaleMisure cautelari e di sicurezza

Più facile sequestrare il bene acquistato con proventi illeciti

Cinzia Pichirallo | 12/04/2010 E’ possibile disporre il sequestro preventivo di beni, acquisiti con profitti derivanti da fatti illeciti, accertando il divario tra valore del bene e reddito dichiarato dal possessore. In questo senso è orientata la sentenza n. 11795 del 2010, pronunciata dalla sesta sezione penale della Corte di cassazione, sottolineando come il sequestro sia condizionato anche dalla giustificazione che può essere data dal proprietario del bene circa la sua legittima provenienza. Rammentano i giudici di...
Diritto PenaleDirittoProcessuale penaleMisure cautelari e di sicurezza

Intercettazioni illegali inutilizzabili anche nelle fasi preventive

Eleonora Pergolari | 10/04/2010 La Corte di cassazione, Sezioni unite penali, con sentenza n. 13426 del 9 aprile 2010, si è pronunciata in materia di intercettazioni statuendo l'importante principio secondo cui le risultanze di acquisizioni dichiarate inutilizzabili a norma dell'articolo 271 del Codice di procedura penale, così come le prove inutilizzabili a norma dell'articolo 191 del Codice di procedura penale, in quanto acquisite in violazione dei divieti stabiliti dalla legge, “non sono suscettibili di utilizzazione agli...
Processuale penaleDiritto PenaleDirittoMisure cautelari e di sicurezza