Processuale penale

Profitti illeciti sempre bloccati

eDotto | 08/04/2009 Con la sentenza n. 14973 de 7 aprile 2009, la Corte di cassazione ha accolto il ricorso presentato dalla Procura di Pordenone contro il dissequestro disposto dal Gip nei confronti di ingenti somme di denaro di una Spa i cui vertici erano indagati per truffa aggravata finalizzata al conseguimento di finanziamenti pubblici. Nel dettaglio, il giudici di legittimità hanno statuito che deve essere sempre sequestrato il denaro che i vertici aziendali hanno fatto guadagnare alle imprese con affari per...
Diritto PenaleDirittoProcessuale penaleMisure cautelari e di sicurezza

Arresti con il sì del capo dei Pm

eDotto | 07/04/2009 Il ministero della Giustizia, prendendo atto delle considerazioni contenute nella recente sentenza di Cassazione a Sezioni unite n. 8388 del 2009 - secondo cui una misura ordinamentale non può avere effetti nel processo penale - ha previsto, nel disegno di legge di riforma, che l'assenso del Procuratore della repubblica costituisca una condizione di ammissibilità delle misure cautelari. Tale soluzione, resasi necessaria per dare uniformità all'accentramento dei poteri e responsabilità al...
Funzioni giudiziarieDirittoMisure cautelari e di sicurezzaProcessuale penaleDiritto Penale

L'indulto bloccato sulle esclusioni

eDotto | 03/04/2009 Con ordinanza n. 103 depositata ieri 2 aprile, la Consulta ha respinto, in quanto inammissibile, la questione di legittimità avanzata dal Tribunale di Milano che chiedeva se era possibile ricomprendere nell'elenco dei reati che sono esclusi dall'indulto anche il reato di cui all'art. 648 ter c.p. quando riguarda i proventi del traffico di stupefacenti. Secondo la Corte costituzionale, tuttavia, tale intervento sarebbe vietato dall'art. 25 comma 2 Costituzione: ai sensi della legge 241/06,...
Processuale penaleDiritto PenaleDirittoFunzioni giudiziarie

Crescono i mandati d'arresto Ue

eDotto | 03/04/2009 Sono aumentati nel 2008 i mandati di arresto europei emessi dall'Italia; migliorati anche i tempi di esecuzione ed il rispetto dei tempi nel caso di persona non consenziente. In ogni caso, il gruppo di esperti inviati dall'Ue sul nostro territorio per verificare l'applicazione pratica del mandato d'arresto chiede che venga cambiata la legge 22 aprile 2005 n. 69 - con la quale è stata recepita la decisione quadro 2002/584/Gai del 13 giugno 2002 - non solo per la presenza di troppi profili di...
Processuale penaleDiritto PenaleDirittoDisposizioni comunitarieDiritto Internazionale

Decreto 231, la confisca conquista spazi

eDotto | 02/04/2009 Il Tribunale di Cosenza ha depositato, il 3 marzo scorso, le motivazioni di una sentenza di condanna per effetto dell'applicazione del decreto 231/01. La vicenda vedeva coinvolto l'amministratore di una S.r.l. ed altri soggetti, tutti imputati per truffa aggravata al fine del conseguimento di contributi pubblici. Nel testo della sentenza viene sottolineato che l'amministratore unico della S.r.l., ai sensi del decreto 231, doveva essere considerato tra i soggetti di vertice cosiddetti “apicali”...
Diritto PenaleDirittoMisure cautelari e di sicurezzaProcessuale penaleDiritto penale societario

Violenze all'estero, niente Daspo

eDotto | 26/03/2009 Con la sentenza n. 12977 del 25 marzo 2009, la Corte di cassazione ha accolto il ricorso presentato da un tifoso ultrà della Roma contro il Daspo disposto nei suoi confronti dal questore di Roma dopo che era stato arrestato dalla polizia inglese per ubriachezza molesta nei pressi dello stadio di Manchester, in occasione della partita del 2 ottobre 2007 tra il Manchester United e la Roma. Per i giudici di legittimità, in particolare, “un questore nazionale non ha competenza territoriale per...
Misure cautelari e di sicurezzaProcessuale penaleDiritto PenaleDirittoLavoro

Confisca solo dal 2006 per i reati transnazionali

eDotto | 26/03/2009 La Corte di cassazione, con sentenza n. 11912 del 18 marzo scorso, ha spiegato che, in un procedimento per reato transnazionale, non può essere retroattiva la confisca per equivalente in quanto la normativa italiana di recepimento della convenzione internazionale risale solo al 2006 (legge 146/2006) e prima di quell'anno non è possibile applicare la misura cautelare senza che sia necessario dimostrare il collegamento diretto tra una specifica somma di denaro e il reato.
Processuale penaleDiritto PenaleDirittoDiritto InternazionaleMisure cautelari e di sicurezza

Sì alla delega sulle ronde: le disciplinerà il Governo

eDotto | 25/03/2009 La commissione Giustizia della Camera ha dato ieri il via libera al testo del disegno di legge di conversione del decreto anti stupri. Sulle ronde, la commissione ha deciso che non ci sarà un parere vincolante del Parlamento né l'esame del decreto ministeriale ma sarà il Governo a disciplinarle. Il testo include anche una nuova previsione secondo cui a chi è accusato di violenza sessuale potranno essere concessi gli arresti domiciliari solo nel caso che gli vengano riconosciute le attenutanti.
LavoroDiritto PenaleDirittoProcessuale penale

Appalti pilotati, mini sanzioni

eDotto | 24/03/2009 La Corte di cassazione, VI sezione penale, nel testo della sentenza n. 11005 del 12 marzo 2009, ha annullato la custodia cautelare impartita nei confronti di un provveditore delle opere pubbliche di Napoli in relazione al reato di turbata libertà degli incanti. Secondo i giudici di legittimità, “la varietà dei modi e dei momenti in cui la condotta illecita può estrinsecarsi e la collocazione in secondo piano dei profili strettamente formali della competizione non può e non deve peraltro far...
Diritto AmministrativoDirittoDiritto PenaleFiscoDelitti e contravvenzioniProcessuale penaleMisure cautelari e di sicurezza

Più garanzie agli indagati

eDotto | 24/03/2009 La Corte costituzionale, con sentenza n. 75 del 20 marzo 2009, ha dichiarato l'illegittimità dell'art. 384, secondo comma del codice penale nella parte in cui non prevede l'esclusione della punibilità anche per le false o reticenti informazioni assunte dalla polizia giudiziaria e fornite da chi non avrebbe potuto essere obbligato a renderle o comunque a rispondere in quanto persona indagata per reato collegato a quello, commesso da altri, cui le dichiarazioni stesse si riferiscono; la questione...
Delitti e contravvenzioniDiritto PenaleDirittoProcessuale penale