Diritto penale societario

Concorso nella bancarotta a carico del commercialista che partecipa alla gestione aziendale

Eleonora Pergolari | 01/10/2013 Per affermare la responsabilità dell'“extraneus” per concorso nel reato di bancarotta sono sufficienti l'incidenza causale dell'azione dello stesso “extraneus” e la sua consapevolezza del fatto illecito e della qualifica del soggetto attivo che ha posto in essere il fatto tipico. Sulla scorta di questo assunto la Corte di cassazione, con la sentenza n. 40332 del 30 settembre 2013, ha confermato la condanna penale pronunciata dai giudici di merito nei confronti di un commercialista che era...
Commercialisti ed esperti contabiliProfessionistiDiritto penale societarioDiritto PenaleDiritto

Sì alle sanzioni penali per mancato versamento dei contributi anche in caso di dissesto finanziario

Roberta Moscioni | 17/09/2013 La Corte di Cassazione, Terza sezione penale, con la sentenza n. 37528 depositata il 13 settembre 2013, definisce i confini dell’illecito penale nei casi specifici di crisi economica attraversata da un’impresa. Sancendo un principio più severo rispetto ai recenti orientamenti dei giudici di merito, che avevano attribuito un peso dal punto di vista penale alla crisi economica attraversata dall’impresa, i Supremi giudici chiariscono che non deve essere attribuita alcuna importanza allo stato...
Diritto penale societarioDiritto PenaleDiritto

No al sequestro conservativo se il nuovo liquidatore è estraneo alla vicenda illecita

Eleonora Pergolari | 03/08/2013 La Corte di cassazione, con la sentenza n. 33765 depositata il 2 agosto 2013, ha annullato, con rinvio, l'ordinanza con cui il Tribunale di Padova aveva confermato il sequestro conservativo ex Decreto legislativo n. 231/2001 dei beni immobili di proprietà di due società rinviate a giudizio per falso in bilancio. Il nuovo presidente del collegio dei liquidatori delle società aveva impugnato la suddetta ordinanza lamentando una violazione del giudicato cautelare. Ed infatti, l'ordinanza...
Diritto penale societarioDiritto PenaleDirittoMisure cautelari e di sicurezzaProcessuale penale

False comunicazioni sociali e bancarotta impropria per approvazione del bilancio con occultamento delle perdite

Eleonora Pergolari | 03/07/2013 Con sentenza n. 28508 depositata il 2 luglio 2013, la Corte di cassazione ha confermato la condanna per false comunicazioni sociali e false comunicazioni sociali in danno dei soci o dei creditori, di cui rispettivamente agli articoli 2621 e 2622 del Codice civile, nonché per bancarotta impropria prevista e punita dall'articolo 223 della Legge fallimentare, disposta dagli organi giudiziari dei gradi precedenti nei confronti del consigliere di amministrazione di una società fallita che aveva...
Diritto penale societarioDiritto PenaleDirittoDiritto penale fallimentare

L'aumento fittizio di capitale legittima il sequestro dei beni della società

Eleonora Pergolari | 06/06/2013 La Sesta sezione penale di Cassazione, con la sentenza n. 24557 del 5 giugno 2013, ha ribaltato l'ordinanza con cui il Tribunale di Bologna aveva annullato la misura cautelare del sequestro preventivo per equivalente disposta dal Gip nei confronti dei beni nella disponibilità di una società ovvero di una serie di società interamente controllate dalla prima. Il provvedimento del Gip era stato adottato ai sensi del Decreto legislativo n. 231/2001, nell'ambito di una vicenda in cui si...
Operazioni sul capitaleOperazioni straordinarieDiritto SocietarioDirittoMisure cautelari e di sicurezzaProcessuale penaleDiritto PenaleDiritto penale societario

Condannato l'ente, anche se il responsabile è assolto

Cristina Ricciolini | 10/05/2013 La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 20060 del 9 maggio 2013, accoglie il ricorso presentato dalla Procura di Milano e stabilisce che l'ente può essere condannato ai sensi del D.Lgs n. 231/2001 anche quando il vertice dell'azienda è stato assolto, il reato è stato prescritto ed il responsabile è sconosciuto. I Giudici, nell'evidenziare il diverso percorso della condanna amministrativa da quella penale, sottolineano -secondo l'art. 8 del D.Lgs n. 231/2001 - la responsabilità dell'ente...
Diritto penale societarioDiritto PenaleDiritto

Confisca per equivalente ex D. Lgs. 231. Valutazione del periculum limitata alla confiscabilità

Eleonora Pergolari | 03/05/2013 I giudici di Cassazione – sentenza n. 19051 del 2 maggio 2013 – hanno spiegato che per disporre la confisca per equivalente devono ricorrere i seguenti presupposti: - impossibilità di procedere alla confisca diretta del prezzo o del profitto; - equivalenza di valore tra i beni confiscati e il prezzo o il profitto derivante dal reato. Ne consegue che, da tale punto di vista, non sussiste alcuna differenza con la confisca per equivalente regolamentata nel codice penale: il relativo...
Diritto penale societarioDiritto PenaleDirittoMisure cautelari e di sicurezzaProcessuale penale

Sequestro sui beni della società destinataria dell'illecito risparmio

Eleonora Pergolari | 03/05/2013 Con la sentenza n. 19035 depositata il 2 maggio 2013, la Corte di cassazione ha confermato il sequestro preventivo disposto dai giudici di merito nei confronti dei beni di una Srl nell’ambito di un’indagine in cui il manager della società medesima era accusato di evasione Iva ed Irap. La Terza sezione penale di Cassazione, a fronte del ricorso presentato dall’imprenditore secondo cui la misura cautelare non poteva riguardare i beni della Srl non potendo ravvisarsi, in capo alla medesima,...
Diritto penale societarioDiritto PenaleDirittoMisure cautelari e di sicurezzaProcessuale penale

Bancarotta documentale e bancarotta da falso in bilancio: illeciti con diversa materialità

Eleonora Pergolari | 26/03/2013 Con la sentenza n. 14042 del 25 marzo 2013, la Corte di cassazione, Quinta sezione penale, ha annullato un capo della sentenza con cui i giudici di appello avevano confermato la condanna per reati fallimentari e per associazione per delinquere di tre amministratori di una serie di società tra loro collegate, nell’ambito della vicenda che aveva portato una di queste società al fallimento. Nel dettaglio, sono state parzialmente accolte le censure mosse da uno degli imputati relativamente alla...
Diritto penale fallimentareDiritto PenaleDirittoDiritto penale societario

Sanzione interdittiva ex D.Lgs 231/2001 solo con motivazione adeguata

Eleonora Pergolari | 08/03/2013 La Corte di cassazione, con la sentenza n. 10903 depositata il 7 marzo 2013, ha annullato l’ordinanza con cui il Tribunale di Pistoia aveva disposto una misura interdittiva ai sensi del Decreto legislativo n. 231/2001 a carico di una Srl in considerazione della pendenza di un procedimento per associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati contro la pubblica amministrazione, che aveva portato all’arresto dell’amministratore della società medesima. La sanzione irrogata, in...
Diritto penale societarioDiritto PenaleDiritto