Funzioni giudiziarie

Nuovo indirizzo ai fallimenti

eDotto | 28/12/2005 Con la riforma del diritto fallimentare, definitivamente approvata lo scorso 22 dicembre 2005 dal Consiglio dei Ministri, sono soggetti alle disposizioni sul fallimento e sul concordato preventivo gli imprenditori che esercitano un'attività commerciale, ma rimangono esclusi gli enti pubblici ed i piccoli imprenditori.
FallimentoDiritto fallimentareDirittoFunzioni giudiziarie


Sui fallimenti più garanzie alle imprese

eDotto | 23/12/2005 La riforma del diritto fallimentare è stata finalmente approvata, ieri, dal Consiglio dei ministri. Il relativo decreto legislativo, in vigore tra sei mesi, accresce il numero degli imprenditori esclusi dalla procedura fallimentare. Esso rende pure più lievi le sanzioni personali e dà la possibilità di liberarsi dal peso dei debiti residui al termine della procedura stessa. Una manovra, insomma, di salvaguardia delle componenti positive d'impresa.   Le norme sull'arbitrato sono alla loro terza...
Funzioni giudiziarieDirittoDiritto fallimentareFallimento


Lo schema di vendita può simulare

eDotto | 21/12/2005 La sentenza della Cassazione n. 21644, dell'8 novembre 2005, afferma che l'adozione dello schema legale della compravendita non esclude il carattere gratuito del contratto, poiché alla natura apparente non corrisponde necessariamente quella effettiva. E', pertanto, inefficace, a norma dell'articolo 64 della legge Fallimentare, il contratto apparentemente oneroso (simulato), ma che in realtà è gratuito (dissimulato).
FallimentoDiritto fallimentareDirittoFunzioni giudiziarie

Fallimenti e arbitrato al traguardo

eDotto | 20/12/2005 Il prossimo 23 dicembre approderà in Consiglio dei ministri il "pacchetto" giustizia, nel quale confluiscono quattro decreti attuativi della legge delega n. 150/2005 di riforma dell'ordinamento giudiziario e due decreti legislativi sulla riforma delle procedure concorsuali e sulle modifiche del processo civile in Cassazione e dell'arbitrato. E' all'esame del Governo anche uno schema di Dl con le "misure penali urgenti a tutela della proprietà e dell'incolumità personale". Le due novità di...
Funzioni giudiziarieDirittoFallimentoDiritto fallimentare

Il fallito escluso dalla curatela

eDotto | 30/11/2005 Ieri, una riunione delle delegazioni del ministero della Giustizia, guidata da Roberto Castelli, e dell'Economia, guidata dal sottosegretario Michele Vietti - con il sottosegretario alla Presidenza del consiglio a tirare le fila della discussione - ha raggiunto una serie di rilevanti conclusioni sulla riforma delle funzioni giudiziarie: non potrà, ad esempio, essere nominato curatore chi è stato dichiarato fallito, neppure quando siano trascorsi dieci anni dalla dichiarazione di fallimento.
Funzioni giudiziarieDirittoFallimentoDiritto fallimentare


Apertura di Vietti sullo stato di crisi per i fallimenti

eDotto | 22/11/2005 La versione definitiva del decreto sulla riforma del diritto fallimentare, che il Governo è vicino ad approvare, potrebbe contenere la previsione che lo stato di crisi comprenda anche quello di insolvenza, così da eliminare ogni dubbio sull'accesso al concordato preventivo. Lo si è appreso nel corso di un convegno organizzato ad Alba dall'associazione albese studi di diritto commerciale, dall'intervento del sottosegretario all'Economia, Michele Vietti.
Funzioni giudiziarieDirittoDiritto fallimentareFallimento

Rebus fallimento per gli artigiani

eDotto | 21/11/2005 L'articolo 1, comma 1, del Dlgs attuativo della riforma delle procedure concorsuali esclude i piccoli imprenditori dall'assoggettamento a dette procedure. Il comma 2 prevede che non sono piccoli imprenditori gli esercenti "un'attività commerciale, in forma individuale o collettiva", che si ponga al di sopra di determinati parametri correlati al capitale investito e ai ricavi lordi. La nuova regola non ospita più l'espressione secondo cui in nessun caso sono considerati piccoli imprenditori le...
Funzioni giudiziarieDirittoFallimentoDiritto fallimentare