Procedimenti speciali

Possibilità di patteggiare anche nel corso del dibattimento

Eleonora Pergolari | 26/06/2014

La Corte costituzionale, con la sentenza n. 184 del 25 giugno 2014, ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'articolo 517 del Codice di procedura penale, nella parte in cui non prevede la facoltà, per l'imputato, di richiedere al giudice del dibattimento l'applicazione di pena, a norma dell'articolo 444 del codice di procedura penale, in seguito alla contestazione nel dibattimento di una circostanza aggravante che già risultava dagli atti di indagine al momento dell'esercizio...

Procedimenti specialiProcessuale penaleDiritto PenaleDiritto

Evasione fiscale. Patteggiamento con rateizzazione della pena pecuniaria

Eleonora Pergolari | 04/06/2014 Anche nelle ipotesi di applicazione della pena su richiesta delle parti l'organo giudicante, se sussistono le condizioni ed una documentata difficoltà economica dell'imputato, può concedere a quest'ultimo una rateizzazione della pena pecuniaria. Ed infatti, benché la rateizzazione non possa costituire oggetto del patteggiamento, è tuttavia possibile, per il giudice, esercitare il suo potere discrezionale con riferimento al momento dell'esecuzione della pena. E' quanto puntualizzato...
Diritto penale tributarioDiritto PenaleDirittoProcedimenti specialiProcessuale penale

Giudizio abbreviato. Termini entro cui richiederlo

Eleonora Pergolari | 16/05/2014 In sede di udienza preliminare, la richiesta di giudizio abbreviato può essere presentata dopo la formulazione delle conclusioni da parte del pubblico ministero e deve essere formulata da ciascun imputato al più tardi nel momento in cui il proprio difensore formula le proprie conclusioni definitive. E' il principio di diritto affermato dalla Corte di cassazione a Sezioni unite penali nel testo della sentenza n. 20214 depositata il 15 maggio 2014.
Procedimenti specialiProcessuale penaleDiritto PenaleDiritto

Giudizio abbreviato, ergastolo sostituito con trenta anni di reclusione

Eleonora Pergolari | 08/05/2014 La pena dell'ergastolo inflitta all'esito di un giudizio abbreviato che sia stato richiesto dall'interessato sulla base della legge n. 479/1999 ma conclusosi nel vigore della successiva e più rigorosa disciplina dettata dall'articolo 7, comma 1 del Decreto legge n. 341/2000 e in concreto applicata, non può essere ulteriormente eseguita. Principio di legalità da rispettare E ciò essendo stata, quest'ultima norma, ritenuta, successivamente al giudicato, non conforme al principio di legalità...
Processuale penaleDiritto PenaleDirittoProcedimenti specialiMisure cautelari e di sicurezza

No alla revoca della patente per droga per chi ha patteggiato prima del 2009

Eleonora Pergolari | 29/11/2013 Con sentenza n. 281 del 28 novembre 2013, la Corte costituzionale si è pronunciata sul giudizio di legittimità costituzionale promosso dal Tribunale amministrativo regionale per l'Umbria in riferimento all'articolo 120, commi 1 e 2, del Codice della strada, per asserito contrasto con gli articoli 3, 24 e 27 della Costituzione. La Consulta ha, in particolare, dichiarato l'illegittimità costituzionale della norma censurata nella parte in cui si applica anche con riferimento a sentenze...
Codice della stradaDirittoDelitti e contravvenzioniDiritto PenaleProcedimenti specialiProcessuale penale

Ebay non è responsabile delle inserzioni

Eleonora Pergolari | 30/10/2013 Il Tribunale di Milano, con pronuncia del 3 ottobre 2013 resa relativamente alla causa 44529/13, ha rigettato il reclamo avanzato da un uomo contro l'ordinanza cautelare con cui i giudici milanesi avevano respinto il suo originario ricorso ex articolo 700 del Codice di procedura civile. In questo ultimo atto, il ricorrente aveva dedotto che un'inserzione pubblicitaria contenuta sul sito di aste online eBay – nella specie, la recensione di un libro - avesse contenuto diffamatorio ai suoi...
Procedimenti specialiProcedura civileDiritto CivileDiritto

Condominio moroso? Il riscaldamento non si stacca

Eleonora Pergolari | 29/10/2013 Con provvedimento d'urgenza depositato il 24 ottobre 2013 relativamente alla causa 72656/13, il giudice del Tribunale di Milano ha ordinato ad un amministratore di condominio di ripristinare immediatamente il servizio di riscaldamento in favore del condominio amministrato, riscaldamento che era stato staccato sul presupposto dell'esistenza di una morosità nel pagamento degli oneri condominiali. Poiché “la privazione di una fornitura essenziale per la vita, quale il riscaldamento in periodo...
Procedimenti specialiProcedura civileDiritto CivileDirittoBeni e diritti reali

Diritto di ascolto come prerogativa difensiva non suscettibile di alcuna limitazione

Eleonora Pergolari | 08/10/2013 La Sesta sezione penale di Cassazione, con la sentenza n. 41362 depositata il 7 ottobre 2013, si è pronunciata in materia di intercettazioni e diritto di difesa nell'ambito di un processo per associazione mafiosa ai sensi dell'articolo 416-bis del Codice penale. In particolare, i giudici di legittimità hanno provveduto ad annullare, con rinvio, la decisione di condanna impartita dalla Corte d'appello di Caltanissetta, con rito abbreviato, nei confronti di due imputati i quali avevano lamentato,...
Delitti e contravvenzioniDiritto PenaleDirittoProcedimenti specialiProcessuale penale

Giudizi disciplinari. Patteggiamento come elemento di prova

Eleonora Pergolari | 21/09/2013 Secondo le Sezioni unite civili di Cassazione – sentenza n. 21591 del 20 settembre 2013 - la sentenza di applicazione di pena patteggiata, a prescindere dalla sua qualificazione come sentenza di condanna, presuppone pur sempre un'ammissione di colpevolezza che esonera il giudice disciplinare dall'onere della prova. Infatti, ove si intenda disconoscere l'efficacia probatoria di una sentenza di patteggiamento, il giudice dovrebbe spiegare le ragioni per cui l'imputato avrebbe ammesso una sua...
AvvocatiProfessionistiProcedimenti specialiProcessuale penaleDiritto PenaleDirittoResponsabilità del professionista

Omesso versamento dell’Iva. Confisca anche se la pena viene patteggiata

Eleonora Pergolari | 17/09/2013 Con sentenza n. 37580 depositata il 13 settembre 2013, la Corte di cassazione ha annullato una sentenza con la quale il Tribunale di Macerata, Sezione distaccata di Civitanova, aveva applicato la pena stabilita dall’accordo delle parti in capo all’amministratore unico di una Srl per omesso versamento all’erario dell’Iva dovuta sulla base alla dichiarazione annuale; il tutto per il complessivo importo di circa 120mila euro. La sentenza, in particolare, è stata annullata limitatamente alla...
IVAImposte indiretteImposteFiscoProcedimenti specialiProcessuale penaleDiritto PenaleDirittoMisure cautelari e di sicurezzaDiritto penale tributario