Procedimenti speciali

Giudizi disciplinari. Patteggiamento come elemento di prova

Eleonora Pergolari | 21/09/2013 Secondo le Sezioni unite civili di Cassazione – sentenza n. 21591 del 20 settembre 2013 - la sentenza di applicazione di pena patteggiata, a prescindere dalla sua qualificazione come sentenza di condanna, presuppone pur sempre un'ammissione di colpevolezza che esonera il giudice disciplinare dall'onere della prova. Infatti, ove si intenda disconoscere l'efficacia probatoria di una sentenza di patteggiamento, il giudice dovrebbe spiegare le ragioni per cui l'imputato avrebbe ammesso una sua...
AvvocatiProfessionistiProcedimenti specialiProcessuale penaleDiritto PenaleDirittoResponsabilità del professionista

Omesso versamento dell’Iva. Confisca anche se la pena viene patteggiata

Eleonora Pergolari | 17/09/2013 Con sentenza n. 37580 depositata il 13 settembre 2013, la Corte di cassazione ha annullato una sentenza con la quale il Tribunale di Macerata, Sezione distaccata di Civitanova, aveva applicato la pena stabilita dall’accordo delle parti in capo all’amministratore unico di una Srl per omesso versamento all’erario dell’Iva dovuta sulla base alla dichiarazione annuale; il tutto per il complessivo importo di circa 120mila euro. La sentenza, in particolare, è stata annullata limitatamente alla...
IVAImposte indiretteImposteFiscoProcedimenti specialiProcessuale penaleDiritto PenaleDirittoMisure cautelari e di sicurezzaDiritto penale tributario

Patteggiamento e condanna sotto i due anni. No all'interdizione decennale dall'esercizio dell'impresa

Eleonora Pergolari | 27/08/2013 Con la sentenza n. 35502 depositata il 26 agosto 2013, la Corte di legittimità ha accolto il ricorso presentato da un uomo contro la decisione con cui i giudici dei gradi di merito, nell'ambito di un patteggiamento per il reato di bancarotta fraudolenta, lo avevano condannato ad una pena detentiva in misura inferiore ai due anni e alla pena accessoria dell'interdizione dall'esercizio dell'attività imprenditoriale per dieci anni. Il ricorrente, in particolare, lamentava che gli organi di...
Delitti e contravvenzioniDiritto PenaleDirittoProcessuale penaleProcedimenti specialiMisure cautelari e di sicurezza

Equitalia ottempera al decreto del fare

Gioia Lupoi | 03/07/2013 È con la nota del 1° luglio 2013 che l’agenzia di riscossione Equitalia dà seguito a quanto stabilito dal decreto del fare (Dl 69/2013). Le novità del fare entrano in vigore alcune da subito altre dopo. Si dovrà aspettare un decreto attuativo del Mef, da adottare entro 30 giorni dalla data di conversione del Dl, per l’estensione a 120 rate della dilazione per ragioni estranee alla responsabilità del debitore, che versa in una comprovata e grave situazione di difficoltà legata alla...
Procedimenti specialiProcedura civileDiritto CivileDirittoRiscossioneFisco

Durante il sequestro dei beni dell’evasore fiscale il difensore è un optional

Gioia Lupoi | 07/06/2013 La Cassazione, con la sentenza n. 24842 del 6 giugno 2013, interviene in tema di sequestro dei beni in caso di evasione fiscale. È spiegato che il difensore può - la sua presenza è facoltativa - assistere al sequestro solo se prontamente reperibile. In caso contrario ed in assenza del professionista il sequestro va avanti ugualmente. Il motivo è che il diritto della parte a essere assistita dal difensore, anche d’ufficio, non può giustificare la sospensione o l'arresto dell'atto di...
AccertamentoFiscoMisure cautelari e di sicurezzaProcessuale penaleDiritto PenaleDirittoProcedimenti specialiProcedura civileDiritto CivileDiritto penale tributario

Favor impugnationis anche nell'opposizione al decreto penale di condanna

Eleonora Pergolari | 25/05/2013 Secondo la Corte di cassazione – sentenza n. 22443 del 24 maggio 2013 – il principio di conservazione degli atti giuridici e del "favor impugnationis" previsto dal comma 5 dell'articolo 568 del Codice di procedura penale e che tutela l'imputato che sbaglia la via del ricorso consentendogli di essere messo nella condizione di far valere il suo diritto di difesa, deve essere esteso anche in favore dell'imputato destinatario di un decreto penale di condanna qualora lo stesso abbia manifestato,...
Procedimenti specialiProcessuale penaleDiritto PenaleDiritto

Ricorso in via cautelare per chiedere la revoca del trustee

Eleonora Pergolari | 22/05/2013 Il Tribunale delle imprese di Milano, con ordinanza resa il 26 gennaio 2013, ha sottolineato la possibilità che la richiesta di sostituzione del trustee, nell’ambito di un negozio fiduciario, possa essere avanzata anche in via cautelare e nelle forme previste dall’articolo 700 del Codice di procedura civile. Secondo i giudici milanesi, in particolare, l’unico ed eventuale limite da considerare in presenza di un intervento di urgenza è quello costituito dalla possibilità di recare...
Obbligazioni e contrattiDiritto CivileDirittoBeni e diritti realiProcedimenti specialiProcedura civile

Il termine per impugnare decorre dalla cessazione della sospensione feriale

Eleonora Pergolari | 07/03/2013 La disciplina della sospensione feriale dei termini è disciplina speciale, le cui eccezioni sono da considerarsi tassative, rispondendo la ratio della normativa ad assicurare le concrete possibilità di un’efficace azione difensiva. Così, “un’argomentazione secondo cui la previsione di un’eccezione ulteriore, rispetto a quelle sole previste dalla Legge n. 742/1969, e fondata sulla peculiare natura del giudizio direttissimo che, quale sia il rito prescelto, segua la convalida dell’arresto,...
Procedimenti specialiProcessuale penaleDiritto PenaleDiritto

Ok della Consulta alla richiesta del giudizio abbreviato anche per il reato oggetto della nuova contestazione

Eleonora Pergolari | 27/10/2012 La Corte costituzionale, con l'importante sentenza n. 237 del 26 ottobre 2012, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’articolo 517 del Codice di procedura penale, nella parte in cui non prevede per l’imputato la facoltà di richiedere il giudizio abbreviato relativamente al reato concorrente emerso nel corso dell’istruzione dibattimentale, che forma oggetto della nuova contestazione. Secondo la Consulta, in particolare, l’imputato che subisca una contestazione suppletiva...
Procedimenti specialiProcessuale penaleDiritto PenaleDiritto

Rito abbreviato condizionato. L’ordinanza di ammissione non è revocabile nel caso di condizione non realizzabile

Eleonora Pergolari | 25/10/2012 Le Sezioni unite penali della Cassazione, con la sentenza n. 41461 del 24 ottobre 2012, hanno risolto il contrasto giurisprudenziale esistente in merito alla revocabilità del provvedimento di ammissione del giudizio abbreviato condizionato, qualora divenga impossibile assumere l’integrazione probatoria dedotta in condizione dall’imputato. Secondo il supremo Collegio di legittimità, in particolare, l’ordinanza di ammissione a tale tipo di procedimento deve ritenersi non revocabile anche nel...
Procedimenti specialiProcessuale penaleDiritto PenaleDiritto