redattore profile

2.396
Articoli pubblicati

Eleonora Mattioli

Biografia

Eleonora Mattioli, laureata in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Perugia, è avvocato iscritto dal 2012 presso l’Albo dell’Ordine di Perugia. Ha esperienza in materia di Diritto Civile, Diritto del Lavoro e Diritto Amministrativo, con specializzazione nel settore del Diritto Sanitario e responsabilità medica. 

Ha inoltre realizzato e realizza tutt’ora, attività di docenza in materia di Diritto Amministrativo. 

A partire dal 2009 collabora, in qualità di redattore esterno, alla stesura di articoli in materie giuridiche, per la rivista di informazione giuridica www.telediritto.it, 

Da gennaio 2015 collabora, in qualità di redattore esterno, alla stesura di articoli in materie giuridiche, per la Testata giornalistica eDotto.


Magistratura: efficacia della sospensione anche oltre i cinque anni

Resta efficace la sanzione disciplinare comminata ad un magistrato a seguito di condanna penale non definitiva per gravi fatti delittuosi, pur se decorso il quinquennio dalla sua applicazione. E’ ciò che ha stabilito la Corte di Cassazione, Sezioni Unite Civili, con sentenza n. 1239 depositata il 23 gennaio 2014, rigettando il ricorso con cui un magistrato chiedeva venisse dichiarata la nullità/annullamento/inefficacia o inapplicabilità della sanzione della sospensione dalle funzioni e...


Processo minorile: illegittimo il giudice monocratico nel rito abbreviato

Con sentenza n. 1 depositata il 22 gennaio 2015, la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art 458 c.p.p. e dell’art 1, comma 1 del D.P.R. n. 448 del 22 settembre 1988, nella parte in cui prevedono che, nel processo minorile, nel caso di giudizio abbreviato richiesto dall’imputato in seguito a un decreto di giudizio immediato, la composizione dell’organo giudicante sia quella monocratica del giudice per le indagini preliminari e non quella collegiale prevista...


Maltrattamenti in famiglia anche senza violenza sessuale

Il reato di maltrattamenti in famiglia non implica necessariamente quello di violenza sessuale, non essendo quest’ultimo il naturale sbocco del primo. E’ quanto ha sostenuto la Corte di Cassazione con sentenza n. 2502 depositata il 21 gennaio 2015, con cui è stata riformata la pronuncia della Corte d’Appello, limitatamente alla condanna dell’imputato per il reato di violenza sessuale. Nel caso di specie, secondo i giudici di legittimità, le dichiarazioni rese dalla moglie, persona...


In discussione il diritto del gay ad avere la patente? E' discriminazione

Subisce una grave discriminazione sessuale colui che viene convocato dalla motorizzazione per la revisione della patente di guida, solo perché alla visita di leva aveva dichiarato la sua omosessualità. Ha così disposto la Corte di Cassazione, Terza Sezione Civile, con sentenza n. 11026 depositata il 22 gennaio 2015, cassando con rinvio la sentenza della Corte d’Appello. La vicenda da cui prende le mosse la pronuncia in questione riguarda un uomo che, durante una visita di leva presso...


Sequestro dei beni dell'ex coniuge che non partecipa alle spese di famiglia

Il sequestro conservativo può essere disposto sui beni del coniuge separato che sia tenuto a restituire all’altro, parte delle spese sostenute in costanza di matrimonio, per far fronte alle esigenze familiari. E’ quanto ha affermato il Tribunale di Palermo con ordinanza depositata in data 8 gennaio 2015, con cui è stato disposto il sequestro conservativo di denaro della moglie, a soddisfazione del credito del marito. La pronuncia in questione prende le mosse dalla richiesta avanzata da...