Tassazione dei fondi immobiliari, circolare di Assogestioni

Pubblicato il



Dopo la risoluzione n. 54/E, del 18 luglio 2013, dell'Agenzia delle entrate - che fornisce chiarimenti in materia di nuovo regime di tassazione dei redditi di capitale e dei redditi di natura finanziaria provenienti dalla partecipazione a fondi immobiliari - Assogestioni, con la circolare 64/13/C (documento commentato dalla carta stampata, ma non pubblicato ufficialmente), illustra i dubbi sciolti dalle Entrate.

Introdotto dal decreto legge n. 78, del 31 maggio 2010, il nuovo regime prevede una tassazione diversa a seconda che l'investitore sia istituzionale o non istituzionale e a seconda che la partecipazione sia superiore o meno al 5%.

Tra le specificazioni, Assogestioni evidenzia quelle che riguardano i requisiti necessari affinché determinati investitori esteri possano essere considerati istituzionali e godere dello speciale regime previsto dal DL 351/2001, indipendentemente dalla sussistenza dei requisiti di autonomia gestionale e pluralità dei partecipanti. Inoltre, quanto percepito dagli investitori istituzionali non residenti non è soggetto ad imposizione, invece dell'assoggettamento al 20% della ritenuta d'imposta.
Allegati Anche in
  • Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi, p. 23 - Esenti i proventi a società di investitori istituzionali - Piazza