Diritto Penale






Autoriciclaggio per l’imprenditore che sottrae compensi ai lavoratori e li reimpiega

Cinzia Pichirallo | 08/06/2018

Costituisce estorsione il comportamento del datore di lavoro che costringe i dipendenti ad accettare, sotto minaccia di  licenziamento, buste paga più basse e non adeguate alle prestazioni offerte, e a lavorare per un orario superiore a quanto contrattualmente previsto. Presente anche il delitto di autoriciclaggio, perché provato che l’imprenditore rastrellava liquidità attraverso il mancato versamento degli anticipi, delle quattordicesime, dei permessi non goduti, che venivano utilizzati per pagare provvigioni o altri benefit aziendali in nero a favore dei venditori della società.

DirittoDiritto PenaleDelitti e contravvenzioni

Custode e amministratore giudiziario: compenso secondo tariffe

Eleonora Pergolari | 07/06/2018

Va compensato in forza delle tariffe professionali, e non già degli usi locali, il custode e amministratore giudiziario di una società sottoposta a sequestro preventivo penale. E’ quanto si evince da un’ordinanza della Cassazione, n. 14484 del 6 giugno 2018, con la quale è stato accolto il ricorso...

DirittoDiritto PenaleProcessuale penaleMisure cautelari e di sicurezzaProfessionistiCommercialisti ed esperti contabiliFunzioni giudiziarie