ANF: il legislatore scoraggia le aggregazioni professionali

ANF: il legislatore scoraggia le aggregazioni professionali

Intervenendo ad un evento svoltosi a Padova, il 22 marzo 2019, e dedicato al tema “Avvocato 4.0 – Come organizzare una professione in evoluzione”, il segretario generale dell’Associazione Nazionale Forense, Luigi Pansini, ha reso alcune dichiarazioni in ordine al regime forfettario che la Legge di bilancio 2019 ha esteso ai professionisti.

Secondo Pansini, l’intervento, nell’applicare il suddetto regime al singolo professionista “non solo vanifica qualsiasi ipotesi di aggregazione ma mira addirittura alla disaggregazione delle collaborazioni già esistenti”.

Per il segretario dell’ANF, inoltre, anche la recente proposta di legge sulla flat tax su reddito incrementale sembra escludere qualsiasi riferimento ai professionisti uniti in aggregazione.

Favorire i professionisti con una tassazione agevolata è sicuramente una misura apprezzabile ma è fortemente contraddittoria e controproducente una politica fiscale del governo che disincentiva qualsiasi forma di aggregazione professionale”.

Da qui, l’evidenziata necessità del rilancio di una politica fiscale che favorisca l’incontro tra i professionisti, le prestazioni multidisciplinari e le aggregazioni professionali, in linea con l’evoluzione degli ultimi anni.

ProfessionistiAvvocati