CNF: Mascherin confermato presidente

CNF: Mascherin confermato presidente

Si è tenuta il 28 marzo 2019 la prima seduta amministrativa di insediamento del nuovo Consiglio Nazionale Forense che resterà in carica per il quadriennio 2019 – 2022 e, precisamente, fino al 31 dicembre 2022.

Insediato il nuovo Consiglio per il quadriennio 2019-2022

Al vertice del CNF è stato confermato, per acclamazione, l’avvocato Andrea Mascherin, del Foro di Udine.

Il nuovo Ufficio di Presidenza è inoltre composto da:

  • Giuseppe Picchioni del Foro Bologna e Maria Masi del Foro di Nola, vicepresidenti;
  • Rosa Capria del Foro di Pisa, consigliere segretario;
  • Giuseppe Iacona del Foro di Caltanissetta, tesoriere.

Si rammenta che il risultato delle elezioni per la nomina dei componenti del Consiglio nazionale forense è stato pubblicato, il 15 marzo 2019, sul Bollettino Ufficiale del ministero della Giustizia, a seguito dell’accertamento delle conclusioni delle operazioni di voto per il rinnovo del CNF, effettuato dalla apposita Commissione ministeriale in data 20 febbraio 2019 e la conseguente proclamazione, da parte del Consiglio nazionale forense, dei 34 avvocati eletti, per i relativi distretti, avvenuta il 22 febbraio 2019.

Tra le priorità che caratterizzeranno le attività del CNF per i prossimi 4 anni, il Presidente Mascherin ha enumerato, in primo luogo, l’obiettivo dell’inserimento dell’avvocato nella Costituzione, un intervento di riforma del diritto penale volto al reinserimento del condannato, il potenziamento dei riti alternativi e del ruolo sociale dell’avvocatura.

Anche in

  • eDotto.com – Punto & Lex 18 marzo 2019 - Nuovo CNF: pubblicato il risultato delle elezioni – Pergolari
AvvocatiProfessionisti
festival del lavoro