Commercialisti, procedimenti disciplinari via applicativo “Prodike”

Pubblicato il



Commercialisti, procedimenti disciplinari via applicativo “Prodike”

Nasce il nuovo applicativo “Prodike” per la gestione informatizzata del procedimento disciplinare. L’iniziativa, nata e realizzata nel corso della passata consiliatura, deriva dall’esigenza di dotare i consigli di disciplina degli ordini territoriali di uno strumento che agevoli la corretta gestione del procedimento disciplinare in modo da ridurre la commissione di errori procedurali e formali, principale fonte delle contestazioni oggetto di ricorso dinanzi al Consiglio di Disciplina Nazionale.

Ne dà notizia il CNDCEC, con l’informativa n. 49 del 20 maggio 2022.

Applicativo “Prodike”, come funziona?

Dopo una lunga fase di ideazione, progettazione e realizzazione, nel corso del 2020 e parte del 2021, l’applicativo è stato sottoposto ad una serie di test da parte di una selezione di consigli di disciplina. In esito alle segnalazioni e richieste pervenute da parte dei suddetti organi disciplinari, si è provveduto nel 2021 ad una implementazione di alcune sue funzionalità. Nel febbraio 2022 l’applicativo è stato sottoposto ad un test finale ed è ora a disposizione degli organi disciplinari che potranno installarlo in forma completamente gratuita.

Sotto il profilo operativo, Prodike consente al singolo Consiglio/Collegio di:

  • creare un apposito fascicolo per ciascun procedimento disciplinare (ordinario o in forma semplificata);
  • redigere un verbale ad hoc per ogni sua fase secondo il flusso previsto dall’iter amministrativo.

Il software consente altresì la redazione guidata di tutte le comunicazioni e di tutte gli atti e provvedimenti oggetto di notifica conformemente a quanto previsto dall’iter procedimentale.

Tutti i format presenti (relativi, dunque, ai verbali e ad ogni tipo di comunicazione e notifica) sono in parte precompilati, in modo da velocizzare la redazione dei diversi processi verbali nonché minimizzare i rischi di commissione di errori formali. I contenuti dell'applicazione sono aggiornati con le vigenti normative e con la prassi prevalente e la giurisprudenza in materia in modo che i format ivi contenuti risultino, nella parte precompilata, corretti e conformi ad esse.

L’applicativo inoltre è dotato di apposite check list alla fine di ogni fase della procedura che obbligano l’utente a verificare che quella fase sia stata correttamente portata a compimento, chiedendo in particolare di verificare l’avvenuta espletazione degli adempimenti previsti dalla norma (ad es. si chiede di verificare il rispetto dei termini previsti dalla legge, ovvero l’avvenuta notifica/comunicazione dell’atto, e così via). Tali check list risultano fondamentali poiché il sistema non consente di procedere nell’iter informatico nel caso in cui ci siano elementi incompleti o formalmente errati.

Applicativo “Prodike”, accadimenti amministrativi

L’applicativo rende possibile anche la gestione di accadimenti amministrativi particolari che interrompono o sospendono la linearità del flusso procedurale (ad es. la sospensione del procedimento disciplinare, ovvero il rinvio per approfondimenti istruttori) tramite l’uso di specifiche sezioni denominate “sub-fasi”. Attraverso tali sub-fasi si consente così anche la gestione di tali eventi particolari, per poi ritornare, una volta terminato l’iter della sub-fase, al punto in cui il procedimento si era interrotto o sospeso.

Sono, infine, presenti dei format a composizione libera che consentono la gestione di ulteriori eventi o accadimenti particolari che potrebbero presentarsi nella gestione reale di un procedimento disciplinare.

Come può osservarsi, dunque, l’uso di Prodike costituisce un efficace ausilio per la corretta gestione dei procedimenti disciplinari; resta ovviamente ferma la responsabilità in capo agli organi disciplinari territoriali dell’adozione di atti o provvedimenti amministrativi che risultassero, per qualsiasi ragione, illegittimi, ancorché adottati facendo uso del software.

Allegati