redattore profile

Daniele Bonaddio

Daniele Bonaddio,

Laureatosi nel 2011 presso l'Università "Magna Graecia" di Catanzaro in Economia Aziendale, svolge ormai da diversi anni la professione di redattore presso numerose testate giornalistiche online e cartacee, occupandosi di temi riguardanti il diritto del lavoro e della previdenza sociale.

È attualmente iscritto all’Albo dei Giornalisti della Calabria – Elenco Pubblicisti; è inoltre praticante Consulente del Lavoro ed effettua consulenze sia a privati che a studi professionali.

Nella Redazione Edotto, elabora quotidianamente articoli specialistici per la sezione “Edicola” in ambito di lavoro e previdenza. Redige altresì e-book ad uso degli operatori del settore.


Malattie professionali per Covid, richiesta la sospensione di 30 giorni

I professionisti chiedono la sospensione per 30 giorni dei termini per gli adempimenti tributari, previdenziali e assistenziali, in caso di malattia conclamata da Coronavirus o di una quarantena fiduciaria o di un isolamento obbligatorio.


Appalti “labour intensive", esclusa la competenza dell'INL

In caso di illeciti posti a carico del committente di appalti cd. “labour intensive” per l’omesso o insufficiente versamento, non può configurarsi alcuna competenza dell'INL.


Decreto Agosto, assunzioni incentivate. Via libera alle domande

Via libera all'esonero contributivo, disposto dal cd. "Decreto Agosto", per le nuove assunzioni a tempo indeterminato e determinato, effettuate dal 15 agosto 2020 e sino al 31 dicembre 2020. L'esonero è pari al 100% per un importo annuo massimo di 8.060 euro


Professionisti in quarantena, no alla sospensione degli adempimenti

Secondo l'Agenzia, gli studi professionali non possono godere della sospensione degli adempimenti fiscali, quindi una "causa di forza maggiore", visto che gli adempimenti possono esser fatti dagli stessi contribuenti.


Lotteria degli scontrini, codice associato al codice fiscale

Anche gli scontrini riguardanti i dati da trasmettere al sistema Tessera Sanitaria possono concorrere alla "lotteria degli scontrini", purché il cliente consumatore finale chieda all’esercente l’acquisizione del codice lotteria in altrernativa al codice fiscale