redattore profile

Daniele Bonaddio

Daniele Bonaddio,

Laureatosi nel 2011 presso l'Università "Magna Graecia" di Catanzaro in Economia Aziendale, svolge ormai da diversi anni la professione di redattore presso numerose testate giornalistiche online e cartacee, occupandosi di temi riguardanti il diritto del lavoro e della previdenza sociale.

È attualmente iscritto all’Albo dei Giornalisti della Calabria – Elenco Pubblicisti; è inoltre praticante Consulente del Lavoro ed effettua consulenze sia a privati che a studi professionali.

Nella Redazione Edotto, elabora quotidianamente articoli specialistici per la sezione “Edicola” in ambito di lavoro e previdenza. Redige altresì e-book ad uso degli operatori del settore.


Contributi omessi, i CdL chiedono sanzioni più leggere

Sanzioni più leggere in caso di mancato versamento delle ritenute previdenziali. Infatti, se l'importo omesso non è superiore a 5.000 euro, la sanzione amministrativa pecuniaria non può essere superiore al triplo dell'importo omesso.


Pensioni, le osservazioni CNO sul PEPP

Il CNO dei Consulenti del Lavoro esprime una sostanziale soddisfazione in merito al testo dello schema di decreto legislativo con cui vengono recepite e attuate le disposizioni del regolamento (UE) 2019/1238 sul Prodotto pensionistico individuale europeo (PEPP).


Commercialisti, procedimenti disciplinari via applicativo “Prodike”

Nasce il nuovo applicativo “Prodike” per la gestione informatizzata del procedimento disciplinare. L’iniziativa consente di creare un apposito fascicolo per ciascun procedimento disciplinare e redigere un verbale ad hoc per ogni sua fase.


Servizio “SIUSS”, nuova funzionalità di controllo

Comunicata la disponibilità del Servizio “SIUSS - ex Casellario dell’assistenza” utile agli enti locali per effettuare il controllo delle autocertificazioni rese dai cittadini beneficiari delle prestazioni erogate dall’Istituto. 


Bonus connettività, al via i nuovi voucher per i professionisti

Il bonus connettività si allarga anche ai professionisti che potranno richiedere un contributo da un minimo di 300 euro ad un massimo di 2.500 euro per servizi di connettività a banda ultralarga da 30 Mbit/s ad oltre 1 Gbit/s.