Sostegno all'occupazione, contributi ai datori di lavoro privati in Toscana

Sostegno all'occupazione, contributi ai datori di lavoro privati in Toscana

La Regione Toscana ha pubblicato il Decreto n. 13481 del 27 luglio 2018, per l’erogazione di contributi ai datori di lavoro privati a sostegno dell’occupazione per gli anni 2018-2020.

L’Avviso rientra nell'ambito del progetto GiovaniSì, il progetto della Regione Toscana per l'autonomia dei giovani.

L’obiettivo è di favorire l'occupazione di:

  • donne disoccupate, che hanno compiuto il 30° anno di età, assunte a tempo indeterminato e/o determinato (della durata di almeno 12 mesi);
  • persone con disabilità assunte a tempo indeterminato e/o determinato (della durata di almeno 12 mesi) e che siano iscritte negli appositi elenchi del collocamento mirato, di cui all'art. 8 della Legge n. 68/1999;
  • lavoratori licenziati a partire dall’1 gennaio 2008 (ad eccezione dei licenziati per giusta causa o per giustificato motivo soggettivo) assunti a tempo indeterminato e/o determinato (con contratti di durata di almeno 12 mesi) che si trovino in stato di disoccupazione;
  • soggetti disoccupati over 55 assunti a tempo indeterminato e/o determinato (con contratti di durata di almeno 12 mesi);
  • soggetti svantaggiati e gli altri soggetti indicati all'art. 17 ter, comma 8, Legge regionale 26 luglio 2002, n. 32 "Testo unico della normativa della Regione Toscana in materia di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro", assunti a tempo indeterminato e/o determinato (della durata di almeno 12 mesi);
  • giovani laureati e/o laureati con dottorato di ricerca, di età non superiore ai 35 anni (40 anni per gli appartenenti alle categorie di cui alla Legge n. 68/1999), assunti a tempo indeterminato, e/o a tempo determinato (con contratti di durata di almeno 12 mesi), con mansioni di elevata complessità tali da richiedere la qualificazione universitaria e con livello di inquadramento contrattuale adeguato rispetto a quanto stabilito dal relativo CCNL di riferimento.

Possono usufruire degli aiuti i datori di lavoro privati che hanno la sede legale o unità operative destinatarie delle assunzioni localizzate nelle aree di crisi complessa e non complessa e nelle aree interne.

Per le sole tipologie di lavoratori “Donne disoccupate over 30” e “Persone con disabilità”, i contributi sono estesi ai datori di lavoro privati con sede legale, o unità operative destinatarie delle assunzioni, localizzate in qualsiasi Comune del territorio toscano.

Possono presentare richiesta di contributo per le assunzioni di giovani laureati e/o dottori di ricerca soltanto le imprese rientranti nella definizione di Piccola e Media Impresa (PMI).

Allegati

LavoroAgevolazioni contributive