Partenariato pubblico-privato, orientamenti normativi illustrati dai commercialisti

Partenariato pubblico-privato, orientamenti normativi illustrati dai commercialisti

Il 21 marzo 2019, Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (CNDCEC) e Fondazione Nazionale dei Commercialisti (FNC) hanno pubblicato un documento di ricerca sul partenariato pubblico-privato (PPP). L’elaborato, secondo i commercialisti, si è reso necessario al fine di formulare alcune considerazioni in relazione al nuovo Codice, oramai entrato pienamente a regime, ad alcuni importanti orientamenti giurisprudenziali e agli interventi in materia realizzati dalla RGS e dall'Autorità Nazionale Anticorruzione, taluni dei quali recenti ed incisivi.

I provvedimenti confermano l'importanza cruciale del piano economico-finanziario nell'ambito delle iniziative di PPP; soprattutto, ribadiscono la necessità di un continuo monitoraggio delle condizioni di equilibrio economico-finanziario nel corso del tempo.

Partenariato pubblico-privato, il documento

Il partenariato pubblico-privato (PPP) ha conosciuto una fase di grande sviluppo, sia in termini di valore economico che in relazione all'incidenza sul totale delle procedure di realizzazione di opere pubbliche.

Secondo gli ultimi dati IFEL, l’incidenza del PPP sul totale delle opere pubbliche in Italia è cresciuta in termini di rapporti dal 6% del 2002 a oltre il 23% del 2017, con un aumento dei bandi di gara annui da poco più di 300 a quasi 3.300.

Dalla lettura del documento emerge che l’Italia si trova al decimo posto per numero di progetti.

Per concludere, il documento fa luce sui succitati orientamenti normativi e regolamentari in tema di partenariato pubblico-privato, evidenziando anche alcune criticità meritevoli di approfondimento, al fine di rendere sempre più agevole il ricorso al PPP e creare nuove opportunità di investimento per le imprese e le Pubbliche Amministrazioni.

Allegati

ProfessionistiCommercialisti ed esperti contabili