Segnalazioni operazioni sospette, nuove modalità di autenticazione al portale Infostat-Uif

Segnalazioni operazioni sospette, nuove modalità di autenticazione al portale Infostat-Uif

L’Unità di informazione finanziaria (Uif), con il comunicato del 24 ottobre scorso pubblicato sul sito della Banca d'Italia, ha informato che, al fine di garantire una maggiore riservatezza alle segnalazioni di eventuali operazioni sospette di riciclaggio o di finanziamento del terrorismo internazionale, dal 10 novembre 2018 sarà introdotto un ulteriore presidio per rafforzare la modalità di autenticazione al portale Infostat-Uif.

Così, per accedere al portale https://infostat- uif.bancaditalia.it, non sarà più sufficiente l’attuale modalità di autenticazione basata su username/password (“autenticazione debole”), ma sarà necessaria un'autenticazione più consistente basata su due fattori (“autenticazione forte”), il secondo dei quali costituito da una One-Time-Password (OTP).

Nuova modalità di autenticazione al portale Uif

Pertanto, l’attivazione del nuovo meccanismo di autenticazione al portale Infostat-Uif richiede quanto segue:

  • in fase di accesso al portale, l’utente sarà chiamato, prima dell'inserimento delle proprie credenziali (username/password), a inserire un’ulteriore password, generata al momento e valida per un solo utilizzo, che sarà inviata con un SMS al numero di cellulare dell’utente;

  • per modificare il numero di cellulare occorrerà fornire la risposta a una domanda segreta, scelta dall’utente stesso al momento della registrazione delle credenziali.

Per consentire il corretto funzionamento del nuovo processo di autenticazione è necessario che l'utente, normalmente il responsabile della funzione antiriciclaggio o un suo delegato, indichi un numero di cellulare a cui inviare l'OTP e la domanda/risposta segreta, che dovrà essere utilizzata ogniqualvolta vengano apportate modifiche al numero di cellulare utilizzato per l'autenticazione del soggetto, che sta effettuando una segnalazione di operazione sospetta all'Uif.

L’inserimento del numero di cellulare per la ricezione dell’OTP è condizione necessaria per proseguire con l’inserimento e la trasmissione delle segnalazioni.

Per tutti quegli intermediari, banche o professionisti che si sono già registrati sul portale Infostat-Uif prima del 10 novembre, il numero di cellulare da utilizzare per l'autenticazione dovrà essere indicato al momento del primo accesso al portale effettuato in occasione dell'invio di una nuova SOS o per la trasmissione dei dati aggregati.

Si ricorda, infatti, che la nuova modalità di autenticazione riguarderà tutti i servizi messi a disposizione dal portale Infostat-Uif: le rilevazioni SOS, SARA, ORO e, presto, le comunicazioni oggettive antiriciclaggio.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 26 maggio 2018 - Segnalazione Operazioni Sospette. Dall’Uif nuove modalità dei flussi delle informazioni – Pichirallo
ProfessionistiAntiriciclaggio