Portale Infostat-UIF aggiornato

Pubblicato il


Portale Infostat-UIF aggiornato

L’Unità di informazione finanziaria per l’Italia della Banca d’Italia ha reso noto di aver aggiornato il Portale Infostat-UIF.

Si tratta di un portale accessibile via Internet, utilizzato per la predisposizione e la trasmissione delle segnalazioni di competenza dell’UIF: Segnalazioni di Operazioni Sospette (SOS), Segnalazioni Antiriciclaggio Aggregate (SARA), Dichiarazioni ORO e Comunicazioni Oggettive (OGG).

Nel comunicato stampa del 6 luglio 2020, l’Unità finanziaria rende noto che proprio a partire dal giorno 9 luglio sarà attiva una nuova versione del Portale Infostat-Uif, all’indirizzo web: https://infostat-uif.bancaditalia.it.

Il portale presenterà una veste grafica nuova.

La sua interfaccia è stata reingegnerizzata utilizzando la tecnologia HTML5 che consente di superare alcune criticità connesse all’utilizzo della tecnologia Adobe Flash nella precedente versione.

La nuova tecnologia, ampiamente supportata dai browser più utilizzati, non richiede l’installazione di componenti (plugin) sulle macchine degli utenti, consentendo una navigazione più fluida e veloce tra le diverse pagine del portale. La tecnologia HTML5, inoltre, è più sicura della tecnologia Adobe Flash, permettendo un ulteriore innalzamento del livello di sicurezza dell’intera applicazione.

UIF. Nuove modalità di accesso al Portale Infostat-UIF

L’Unità finanziaria della Banca d’Italia ha, inoltre, pubblicato una versione aggiornata delle "Istruzioni per la gestione delle autorizzazioni sul portale Infostat-Uif".

La nuova release è la 1.6.

Per un corretto utilizzo del Portale l’utente deve disporre di:

  • un accesso alla rete internet e un browser;

  • un indirizzo di posta elettronica ordinaria valido;

  • un cellulare su cui ricevere la One Time Password (OTP) trasmessa via SMS.

Per essere abilitato all’invio delle segnalazioni ogni soggetto fisico o giuridico, obbligato ai sensi della normativa vigente (c.d. “Segnalante”), deve preventivamente essere censito nel sistema anagrafico della UIF. A tal fine ogni Segnalante deve nominare un soggetto fisico responsabile per la segnalazione (c.d. “Referente”) che sarà l’unico interlocutore della UIF (per i segnalanti di tipo persona fisica il Referente coincide con il Segnalante).

Il Referente deve registrare le credenziali per accedere al portale e richiedere il censimento del Segnalante nel sistema anagrafico della UIF. A seguito del censimento del Segnalante, il Referente risulterà automaticamente abilitato ad operare sul portale con il profilo di “gestore” e potrà abilitare, sotto la propria responsabilità, altri soggetti a operare per conto del Segnalante.

E’ da ricordare che, al fine di aumentare il livello di sicurezza delle informazioni trattate, l’accesso al Portale è effettuato con un processo di autenticazione a due fattori (c.d. “autenticazione forte”). Dopo aver inserito username e password, infatti, l’utente riceverà un SMS contenente un’ulteriore password (OTP), valida per un solo accesso, da inserire sul portale per completare il processo di autenticazione.

Nella versione 1,6 delle “Istruzioni per la gestione delle autorizzazioni sul portale Infostat-Uif”, vengono trattati diversi aspetti, che vanno dal processo di abilitazione e registrazione delle credenziali, fino all’invio delle segnalazioni Antiriciclaggio, Aggregate e Dichiarazioni ORO.

Allegati Anche in
  • edotto.com – Edicola del 26 marzo 2020 - Antiriciclaggio. Nuove modalità di conservazione dei dati – Pichirallo