13 aprile 2018

Accordi di ristrutturazione: sì al termine per integrazioni

Secondo la Corte di cassazione, anche in caso di accordi di ristrutturazione dei debiti, il giudice può concedere il termine, non superiore a quindici giorni, per apportare integrazioni e produrre nuovi documenti di cui all’articolo 162, comma 1 della Legge fallimentare; facoltà, questa,...

Contenuto riservato! Accedi o registrati gratuitamente.