Aggiornamento per gli enti ammessi ai contributi per la ricerca

Pubblicato il



In base all'articolo 14, comma 1, del Dl n. 35/2005, persone fisiche e soggetti Ires posso dedurre dal reddito, le liberalità, in denaro o in natura, effettuate in favore delle fondazioni e associazioni regolarmente riconosciute, aventi per scopo statutario lo svolgimento o la promozione di attività di ricerca scientifica. Il diritto è soggetto al limite del 10% del reddito complessivo dichiarato e alla misura massima di 70.000 euro annui.

Con Dpcm del 4 febbraio 2015 sono stati aggiornati gli elenchi dei destinatari delle liberalità per aggiungere altri soggetti ritenuti idonei a rientrarvi.

Ai sensi dell'art. 1, comma 353, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, sono deducibili integralmente dal reddito di società ed altri soggetti passivi Ires i contributi o le liberalità erogate in favore di fondazioni e associazioni regolarmente riconosciute, aventi per oggetto statutario lo svolgimento o la promozione di attività di ricerca scientifica.

In altro Dpcm del 4 febbraio 2015 si trova l'allegato revisionato dei soggetti destinatari delle liberalità.

I decreti sono stati pubblicati sulla “Gazzetta ufficiale” n. 79 del 4 aprile 2015.
Allegati Links