Aree crisi industriale complessa Risorse

Pubblicato il


Aree crisi industriale complessa Risorse

Con Decreto del Ministro del Lavoro n. 1 del 12 dicembre 2016, emanato di concerto con Ministro dell’Economia e delle Finanze, sono state assegnate - per le competenze relative al 2016 - le seguenti risorse finanziarie alle Regioni Lazio, Puglia, Toscana, Friuli Venezia Giulia, Sicilia, Molise, Marche, Abruzzo, Sardegna, Liguria e Umbria, per la concessione di un ulteriore intervento di integrazione salariale straordinaria alle imprese operanti in un'area di crisi industriale complessa - riconosciuta alla data di entrata in vigore del D.Lgs. n. 185/16:

  • Regione Lazio – Euro 26.000.000;

  • Regione Puglia – Euro 25.000.000;

  • Regione Toscana – Euro 16.000.000;

  • Regione Friuli Venezia Giulia – Euro 20.000.000;

  • Regione Sicilia – Euro 31.000.000;

  • Regione Molise – Euro 6.589.440;

  • Regione Marche – Euro 5.000.000;

  • Regione Abruzzo – Euro 7.720.000;

  • Regione Sardegna – Euro 970.000;

  • Regione Liguria – Euro 22.502.400;

  • Regione Umbria – Euro 9.000.000;

Come si evince dal Decreto Interministeriale, le Regioni sono tenute a rispettare il limite delle risorse finanziarie alle stesse attribuite mentre spetterà all’INPS monitorare il rispetto del limite di spesa e trasmettere le relazioni semestrali al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e al Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Anche in
  • eDotto.com – Edicola del 17 ottobre 2016 - CIGS area di crisi industriale complessa – Schiavone