Avvocati con invalidità. Al via le domande per il reddito di ultima istanza

Pubblicato il


Avvocati con invalidità. Al via le domande per il reddito di ultima istanza

Cassa Forense ha informato che gli iscritti titolari di pensione di invalidità potranno presentare domanda di reddito di ultima istanza a partire dalle ore 12 di lunedì 14 giugno 2021 e fino al 31 luglio 2021.

Le istanze potranno essere inoltrate esclusivamente con modalità telematica, tramite l’accesso riservato alla propria posizione personale sul sito dell’Ente di previdenza degli avvocati.

Viene a tal fine precisato che la pensione di invalidità, per gli iscritti titolari, deve essere stata deliberata in data antecedente al 14 settembre 2020, ossia prima del termine ultimo di scadenza delle domande di “reddito di ultima istanza” 2020.

Nella nota informativa della Cassa - firmata dal Presidente, Valter Militi - viene evidenziato altresì:

  • che non saranno ammissibili le domande pervenute in forma cartacea o, comunque, con modalità diverse da quelle stabilite;
  • che all’istanza on line dovranno essere allegati, a pena di inammissibilità, copia fronte/retro di un documento di identità in corso di validità e del codice fiscale;
  • che le domande, previa verifica della sussistenza dei requisiti, saranno liquidate in ordine cronologico di arrivo, e fino all’esaurimento dei 8,5 milioni di euro stanziati per gli iscritti agli Enti previdenziali.

Reddito di ultima istanza in favore dei professionisti con assegno di invalidità

Con precedente comunicazione del 27 maggio, Cassa Forense aveva in proposito segnalato la riapertura dei termini per la richiesta del cd. reddito di ultima istanza in favore dei liberi professionisti titolari di assegni di invalidità, ad opera dell’art. 37 del DL n. 73/2021.

A seguito dell’attivazione, sul proprio sito, dell’apposita piattaforma dedicata al servizio, l'Ente ha ora comunicato la data di avvio della procedura di presentazione delle domande: gli avvocati iscritti a Cassa Forense, titolari di pensione di invalidità, che non hanno avuto accesso al “reddito di ultima istanza” potranno presentare, a partire da lunedì 14 giugno, domanda di corresponsione del sussidio, nei termini sopra riferiti.

Allegati