Gruppo Iva: necessari i vincoli finanziario, economico ed organizzativo tra partecipanti

Gruppo Iva: necessari i vincoli finanziario, economico ed organizzativo tra partecipanti

Con il Gruppo Iva si va a costituire un autonomo soggetto passivo d’imposta titolare di diritti e obblighi al pari di qualsiasi soggetto passivo titolare di una partita Iva.

Tale istituto si affianca e si differenzia dalla procedura di liquidazione dell’Iva di gruppo disciplinata dall’art. 73 del D.P.R. 633/1972.

Il prossimo 15 novembre (in sede di prima applicazione e a seguito di una disposizione transitoria) scadrà il termine per esercitare l’opzione per la costituzione del Gruppo Iva, al fine di applicare la nuova disciplina già dal 2019. I soggetti interessati dovranno utilizzare il modello AGI/1, approvato dall’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 19 settembre 2018.

Le opzioni esercitate dopo il 15 novembre e fino al 31 dicembre 2018 faranno slittare di un anno l’operatività del regime del Gruppo, che avrà quindi effetto dal 2020.

E’ di pochi giorni fa una corposa circolare dell’Agenzia delle Entrate (n. 19 del 31 ottobre 2018) che si è ampiamente occupata della disciplina e del funzionamento del Gruppo Iva, fornendo numerosi chiarimenti interpretativi.

Il sistema normativo si arricchisce così di un ulteriore documento chiarificatore, che va ad affiancarsi alla norma primaria (articoli da 70-bis a 70-duodecies, D.P.R. 633/1972) e al decreto attuativo del MEF del 6 aprile 2018.

La disciplina del Gruppo Iva è stata introdotta dalla Legge di bilancio 2017 (Legge n. 232 dell’11 dicembre 2016); il legislatore italiano ha esercitato una facoltà riconosciuta dal diritto europeo, che autorizza gli Stati membri a considerare come un unico soggetto passivo le persone stabilite nel proprio territorio che siano giuridicamente indipendenti, ma vincolate tra loro da rapporti finanziari, economici e organizzativi. La ratio sottesa al nuovo regime, è rappresentata dalla necessità di soddisfare finalità semplificatorie e antiabuso.

La costituzione è facoltativa, ma è ispirata allo schema “all in, all out”, in virtù del quale i soggetti legati da vincoli finanziari, economici e organizzativi, possono scegliere se partecipare a un Gruppo Iva o meno dando nel primo caso vita ad un unico soggetto passivo d’imposta.

Links

Approfondimenti