Crollo viadotto di Genova. Sospesi adempimenti e versamenti tributari

Crollo viadotto di Genova. Sospesi adempimenti e versamenti tributari

Sospesi i termini dei versamenti e degli adempimenti tributari per le persone fisiche non titolari di partita IVA e per i soggetti titolari di partita Iva, a seguito del crollo di un tratto del viadotto Polcevera, noto come ponte Morandi, sulla A10.

Con decreto del 6 settembre 2018 (in “Gazzetta Ufficiale” n. 213 del 13/9/2018), il ministero dell’Economia e delle Finanze ha disposto la sospensione dei versamenti e degli adempimenti tributari, inclusi quelli relativi a cartelle di pagamento, scadenti nel periodo compreso tra il 14 agosto 2018 ed il 1° dicembre 2018, per:

  • le persone fisiche non titolari di partita IVA che, alla data del 14 agosto 2018, avevano la residenza nel Comune di Genova, nei territori indicati nell’allegato 1;
  • i soggetti titolari di partita IVA aventi la sede legale od operativa nel territorio del Comune di Genova, come da allegato 2 del decreto.

Il provvedimento precisa che la sospensione non ha effetto per le ritenute che devono essere operate e versate dai sostituti d'imposta. In caso di impossibilità ad effettuare tali adempimenti, è applicabile l'art. 6, comma 5, Dlgs 472/1997.

La ripresa degli adempimenti e versamenti sospesi è prevista entro il 20 dicembre 2018, in unica soluzione.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 23 agosto 2018 - Crollo ponte Morandi. Ordinanza per i primi interventi urgenti – Moscioni
FiscoRiscossione