Soggetti in stato di disoccupazione, definizione di offerta di lavoro congrua

Pubblicato il


Soggetti in stato di disoccupazione, definizione di offerta di lavoro congrua

Nella Gazzetta Ufficiale n. 162, del 14 luglio 2018, è stato pubblicato il Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali 10 aprile 2018, che definisce l'offerta di lavoro congrua, ai sensi degli articoli 3 e 25 del D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 150.

Coerenza con le esperienze e competenze maturate

Il Decreto stabilisce che per i soggetti in stato di disoccupazione per un periodo fino a sei mesi, l'offerta di lavoro è congrua se corrisponde a quanto concordato nel patto di servizio personalizzato, con specifico riferimento all'area di attività o alle aree di attività, nell'ambito del processo di lavoro del settore economico professionale individuato.

Per i soggetti in stato di disoccupazione per un periodo superiore a sei mesi e fino a dodici mesi, l'offerta di lavoro è congrua se rientra nelle aree di attività comprese nel processo di lavoro del settore economico professionale di riferimento o in aree di attività afferenti ad altri processi del settore economico professionale in cui vi sia continuità dei contenuti professionali rispetto alle esperienze e competenze comunque maturate, come definite nel patto di servizio personalizzato.

Per i soggetti in stato di disoccupazione da oltre dodici mesi, l'offerta di lavoro è congrua se rientra in una delle aree di attività comprese in tutti i processi di lavoro descritti nel settore economico professionale o in aree di attività afferenti ad altri settori economico professionali in cui vi sia continuità dei contenuti professionali rispetto alle esperienze e competenze comunque maturate, come definite nel patto di servizio personalizzato.

Tipologia contrattuale

Con riguardo alla tipologia contrattuale, l'offerta di lavoro è congrua quando ricorrono contestualmente i seguenti requisiti:

  1. si riferisce a un rapporto di lavoro a tempo indeterminato oppure determinato o di somministrazione di durata non inferiore a tre mesi;

  2. si riferisce a un rapporto di lavoro a tempo pieno o con un orario di lavoro non inferiore all'80% di quello dell'ultimo contratto di lavoro;

  3. prevede una retribuzione non inferiore ai minimi salariali stabiliti dai contratti collettivi di cui all'art. 51 D.Lgs. n. 81/2015.

Distanza e tempi

Per i soggetti in stato di disoccupazione per un periodo fino a dodici mesi, l'offerta di lavoro è congrua quando il luogo di lavoro non dista più di 50 chilometri dal domicilio del soggetto o comunque è raggiungibile mediamente in 80 minuti con i mezzi di trasporto pubblici.

Per i soggetti in stato di disoccupazione da oltre dodici mesi, l'offerta di lavoro è congrua quando il luogo di lavoro non dista più di 80 chilometri dal domicilio del soggetto o comunque è raggiungibile mediamente in 100 minuti con i mezzi di trasporto pubblici.

Nel caso in cui il luogo di lavoro non sia raggiungibile con i mezzi di trasporto pubblici, le suddette distanze si considerano ridotte del 30%.

Retribuzione per i percettori di misure di sostegno al reddito

Infine, per i soggetti destinatari di misure di sostegno al reddito, indipendentemente dalla durata dello stato di disoccupazione, l'offerta di lavoro è congrua se l'entità della retribuzione, al netto dei contributi a carico del lavoratore, è superiore di almeno il 20% dell'indennità percepita nell'ultimo mese precedente, senza considerare l'eventuale integrazione a carico dei fondi di solidarietà.

Allegati Anche in
  • eDotto.com – Edicola del 12 luglio 2018 – Assegno di ricollocazione, aggiornate le FAQ – Schiavone