Disabili, ultimatum per l’invio del Prospetto Informativo

Disabili, ultimatum per l’invio del Prospetto Informativo

Scade a fine mese (il 31 gennaio 2020) l’obbligo d’invio del cd. “Prospetto Informativo Disabili”. L’adempimento, in particolare, riguarda tutti i datori di lavoro - sia pubblici che privati - che hanno alle proprie dipendenze almeno 15 lavoratori costituenti base di computo. Lo scopo è quello di attestare la situazione occupazionale dei disabili al 31 dicembre 2019.

Oltre ad avere in organico almeno 15 lavoratori dipendenti è necessario anche aver avuto cambiamenti nella situazione occupazionale, tali da modificare l’obbligo o da incidere sul computo della “quota di riserva”, entro il 31 dicembre 2019. Ciò significa che tutti i datori di lavoro che non sono stati obbligati ad assumere lo scorso anno lavoratori disabili, ai sensi della L. n. 68/1999, rimanendo quindi invariata la quota di riserva, non sono tenuti a ripresentare il Prospetto in commento.

Prospetto Informativo Disabili, perché inviare?

La L. n. 68/1999 all’art. 3 introduce il concetto di “quota di riserva”, in base al quale tutti i datori di lavoro - sia pubblici che privati – sono tenuti ad avere alle loro dipendenze lavoratori disabili nella seguente misura:

  • 7% dei lavoratori occupati, se occupano più di 50 dipendenti;
  • due lavoratori, se occupano da 36 a 50 dipendenti;
  • un lavoratore, se occupano da 15 a 35 dipendenti.

Collocamento obbligatorio, cosa indicare nel Prospetto Informativo?

Nel Prospetto Informativo Disabili, oltre a dover compilare il numero complessivo dei lavoratori occupati, occorre indicare il numero di quelli computabili e il numero di quelli, invece, non computabili nella base di calcolo della quota di riserva.

Altre informazioni riguardano:

  • il numero di lavoratori appartenenti alle categorie protette computabili ai fini dell’assolvimento della quota d’obbligo;
  • le mansioni disponibili per le eventuali ulteriori assunzioni obbligatorie ancora da effettuare fino alla completa copertura della quota stessa.

Prospetto Informativo Disabili, modalità d'invio

Il modello, ai sensi dell’'art. 40, co. 4 del D.L. n. 112/2008, come convertito dalla L. n. 133/2008, è compilabile online con l’apposito applicativo di Cliclavoro. Una volta compilato il modulo online, i servizi informatici rilasciano una ricevuta di avvenuta trasmissione, indicante la data e l’ora di ricezione nel rispetto della normativa vigente. Tale ricevuta fa fede, salvo prova di falso, per documentare l’adempimento di legge.

Sanzioni per chi non inviare il Prospetto Informativo Disabili

Infine, si ricorda che l’omesso o tardivo invio del prospetto informativo comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa fissa di 635,11 euro, maggiorata di euro 30,76 per ogni giorno di ritardo.

Allegati

Anche in

  • edotto.com – Edicola del 21 gennaio 2019 - Prospetto informativo disabili 2019, a breve l’invio – Bonaddio
LavoroLavoro subordinato