Dl Crescita. Le nuove scadenze. Entrate spiegano gli ISA

Dl Crescita. Le nuove scadenze. Entrate spiegano gli ISA

Il passaggio del Dl Crescita dalle Commissioni all’Aula, come visto ieri, ha portato una rivisitazione delle date per versamenti e dichiarazioni, proprio quando gli addetti ai lavori sono nel pieno dell’attività.

Il decreto sarà oggetto di voto di fiducia, alla Camera, tra oggi e domani.

Il calendario degli ISA ed altri adempimenti

Proroga molto attesa, si è visto, è stata quella per i soggetti tenuti agli ISA. Quindi, sono stati spostati al 30 settembre 2019 i versamenti delle imposte derivanti dalla dichiarazione dei redditi, dell’Irap, dell’Iva in scadenza tra il 30 giugno e il 30 settembre.

In precedenza era stato già approvato il differimento, a regime, al 30 novembre, anzichè al 30 settembre, del termine per la trasmissione telematica dei modelli Redditi e Irap (per il 2019 sarà il 2 dicembre, essendo il 30/11 un sabato).

Spostato al 31 dicembre il termine per la dichiarazione Imu-Tasi per le variazioni intervenute nel 2018.

Corrispettivi - Gli operatori Iva hanno a disposizione dodici giorni per la trasmissione dei corrispettivi, che decorrono dall'effettuazione dell'operazione. Nessuna novità per gli obblighi di memorizzazione giornaliera dei dati relativi ai corrispettivi nonché per i termini di effettuazione delle liquidazioni periodiche dell’Iva.

Rottamazione-ter - Slittamento al 31 luglio della possibilità di presentare le domande per la rottamazione-ter ed il saldo e stralcio.

ISA. Il 20 giugno incontro Entrate-professionisti

L’appuntamento è per il 20 giugno, domani, presso la sala “Mauro Di Cocco” della sede dell'Agenzia delle entrate in via C. Colombo 426 c/d – Roma, per illustrare il funzionamento dei nuovi strumenti che prendono il posto degli studi di settore. Ne dà notizia il comunicato stampa agenziale del 18 giugno 2019.

Nel corso dell’incontro, l'Agenzia presenterà la guida “Gli indici sintetici di affidabilità fiscale: i vantaggi per imprese e professionisti”.

I partecipanti: il Direttore dell’Agenzia, Antonino Maggiore, l'Amministratore delegato di Sose Spa, Vincenzo Atella, e di Sogei, Andrea Quacivi, i rappresentanti di categoria del mondo professionale e associativo.

L’evento è legato al lancio del nuovo software “Il tuo Isa”, attraverso il quale professionisti ed imprese possono calcolare il proprio indice sintetico di affidabilità fiscale e beneficiare, in base al valore raggiunto, di una serie di vantaggi premiali.

Per partecipare all’incontro è necessario accreditarsi: i professionisti possono farlo entro le 12 del 19 giugno, inviando una email all’indirizzo ae.comunicazioneestampa@agenziaentrate.it o chiamando i numeri 06.5054.5787 - 5394 - 3631 - 3244.

Sarà indetta una diretta streaming che consentirà la partecipazione ai componenti degli ordini professionali e delle associazioni interessate sul territorio.

Proroga ISA. ANC e ADC fermi sulla sospensione per il 2018

Accolto positivamente, da parte dei Presidenti ADC Enzo De Maggio e ANC Marco Cuchel, l’emendamento al Dl Crescita che proroga al 30 settembre la presentazione degli indici ISA.

Si tratta, si legge nel comunicato stampa emesso il 17 giugno 2019, di un segnale importante di attenzione del Governo verso le richieste delle associazioni di professionisti, critiche nei confronti degli ISA per la riscontrata difficoltà di una loro corretta applicazione.

Nonostante ciò, le due associazioni rimangono ferme nella richiesta di disapplicare, per l’anno d’imposta 2018, gli Indici di Affidabilità. E questo, si noti, ancora di più ora che è stata disposta la proroga.

Infatti, lo spostamento al 30 settembre del suddetto termine impone di rivedere le scadenze per il pagamento del saldo imposte 2018 e degli acconti 2019, ”ciò per permettere alle aziende di disporre dello stesso numero di rate attualmente previsto ed evitare che i pagamenti siano concentrati in un arco temporale troppo esiguo, con conseguenti problemi di liquidità”.   

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 18 giugno 2019 - Dl Crescita. Versamenti Isa con 3 mesi in più – Pichirallo
Fisco