15 febbraio 2013

DURC regolare: non esiste per l’impresa edile un obbligo normativo di iscrizione alla Cassa Edile

Beta è un’impresa operante nel settore delle costruzioni e occupa 10 dipendenti. Beta, sebbene risulti in regola con i versamenti contributivi e assicurativi effettuati rispettivamente all’INPS e all’INAIL, non risulta iscritta alla Cassa Edile del territorio, alla quale infatti non ha corrisposto alcun onere finanziario. Ciò sul presupposto che l’impresa applica ai propri dipendenti un contratto di categoria differente da quello che prevede l’iscrizione alla Cassa Edile, ma che comunque assicura un trattamento retributivo e previdenziale non inferiore rispetto a quello del settore merceologico di riferimento. Beta, che pertanto non ha aderito al sistema della bilateralità, per conseguire il rilascio del DURC si rivolge alla provinciale Cassa Edile, la quale oppone diniego all’istanza, asserendo che per conseguire il richiesto documento l’impresa è obbligata a iscriversi alla Cassa ed effettuare correttamente i relativi versamenti. È legittimo il diniego della Cassa Edile? Quali conseguenze possono scaturire da tale comportamento?
Contenuto riservato! Accedi o registrati gratuitamente.