ENPACL, contribuzione 2020 differita a seguito della bocciatura

Pubblicato il


ENPACL, contribuzione 2020 differita a seguito della bocciatura

A seguito della bocciatura del Ministero vigilante rispetto alle proposte di riduzione e dilazione dei contributi 2020, proposte dall'Assemblea dei Delegati dell'Ente il 23 aprile scorso, il Consiglio di Amministrazione dell'ENPACL ha deliberato il differimento dell'ordinario termine del 16 settembre, al 30 novembre 2020, dei termini per l'invio della dichiarazione annuale e versamento della contribuzione 2020.

In ragione di tale ultima delibera, adottata per far fronte alle negative ricadute economiche dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, entro il prossimo 30 novembre, i Consulenti del Lavoro dovranno:

  • presentare, tramite i servizi online dell'Ente, la comunicazione obbligatoria relativa al volume d'affari ed al reddito professionale 2019;
  • versare la contribuzione soggettiva ed integrativa, in unica soluzione o ratealmente, in massimo sei rate mensili in scadenza al: 30 novembre 2020; 31 dicembre 2020; 29 gennaio 2021; 26 febbraio 2021; 30 marzo 2021; 30 aprile 2021.

Il Consiglio di Amministrazione dell'Ente si riserva, altresì, di assumere ulteriori iniziative utili per finanziare gli iscritti in difficoltà. 

Anche in
  • edotto.com - Edicola del 15 aprile 2020 - Una tantum INPS, in arrivo l’accredito dei 600 euro - Bonaddio