F24 online alla prova del fuoco

Pubblicato il



Martedì, 16 gennaio 2007, dovranno essere pagati da tutti i titolari di partita Iva, tramite l’F24 telematico, i versamenti Iva, i contributi e le ritenute d’acconto, anche se sono relativi al 2006. Resta da chiarire se l’imprenditore individuale può continuare a pagare col modello cartaceo le imposte estranee all’azienda, come l’Ici o l’imposta sostitutiva sulle rivalutazioni di quote e terreni, o come l’Irpef e le addizionali, che vengono calcolate su un imponibile solo in parte determinato dal reddito d’impresa o di lavoro autonomo.

 

Le eccezioni al pagamento telematico sono poche: con la circolare 30 del 29 settembre 2006, l’Inps, ha diffuso l’elenco dei soggetti che possono continuare a pagare con l’F24 su carta. Se i pagamenti rateali di tributi e contributi previdenziali iniziati con l’F24 cartaceo possono essere pagati ancora con il modello cartaceo, i ravvedimenti non sfuggono al pagamento online.   

Allegati