Ferie 2022 non godute entro il 30 giugno 2024: in scadenza i contributi INPS

Pubblicato il

Le ferie maturate nell’anno 2022 e non godute dal dipendente devono essere fruite entro il 30 giugno 2024. Diversamente, le imprese devono calcolare il residuo per ferie non godute tra le voci figurative del cedolino paga e versare i contributi INPS

Se sei già abbonato o hai acquistato l'articolo effettua il login.
Non sei ancora registrato? Registrati subito GRATIS, clicca qui.

L'articolo ha un costo di € 3,50

Questo articolo è presente nelle seguenti soluzioni: