IVA. Gualtieri: priorità è la riduzione del costo del lavoro

Pubblicato il


IVA. Gualtieri: priorità è la riduzione del costo del lavoro

Allo “Speciale Telefisco” di ieri partecipava il ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, intervenuto sugli effetti dei decreti anticrisi dei mesi passati. 

In tema IVA, non si avranno tagli ma ci si dovrà “accontentare” della cancellazione delle clausole di salvaguardia. Questo perché il titolare del dicastero è concentrato sull’obiettivo del Governo: la riduzione del costo del lavoro che, sì, porta appresso una serie di possibili interventi congiunturali tra cui eventuali ritocchi dell’IVA, ma convoglia gli sforzi per interventi strutturali. La riforma fiscale sulla quale si lavora e che attingerà risorse dalla revisione delle “tax expenditures” e dalla lotta all’evasione, è tutta rivolta all’IRPEF. Viceversa, dai fondi del Recovery Plan europeo si potrebbero trovare le risorse per rilanciare gli investimenti pubblici e privati. 

Il decreto di prossima emanazione è il “semplificazioni”, che tuttavia sembra non vicino all’approvazione; poi, il decreto attuativo per gli interventi della Cassa depositi e prestiti sulle imprese, che però deve tener conto dei vincoli europei sulla remunerazione del capitale pubblico.  

Intanto, la ottenuta mini-proroga sulle tasse al 20 agosto prossimo sembra non lasciare speranze circa la possibilità di un ulteriore slittamento a fine agosto o, chiedono alcune forze politiche, a fine settembre.  

Anche in
  • edotto.com – Edicola del 18 giugno 2020 - Festival dell'Economia. Proroga moratorie finanziamenti e mutui – G. Lupoi