La Voluntary, in attesa di chiarimenti, apre l'invio ad avvocati e revisori

Pubblicato il



Durante un convegno l’Ucifi (Ufficio centrale per il contrasto agli illeciti fiscali internazionali dell’Agenzia) fornisce, nelle more di chiarimenti ufficiali, risposte ai dubbi di professionisti e intermediari sulla collaborazione volontaria.

La legge 186/2014 sul rientro dei capitali, si ribadisce, non separa i due tipi di emersione, estera e domestica: pertanto, la legge esige l’indicazione di tutti gli eventuali maggiori imponibili anche se non connessi con le attività costituite o detenute all’estero.

In merito alle istanze, un comunicato delle Entrate informa che tutti i professionisti abilitati ai servizi telematici dell’Agenzia, che rientrano nell’elenco contenuto nel Dpr n. 322 del 1998 e nei successivi decreti attuativi, possono inviare le richieste per accedere alla procedura di collaborazione volontaria. Tra questi, sono compresi gli avvocati e gli iscritti nel registro dei revisori contabili. L’invio dell’istanza all’Agenzia va effettuato tramite i canali telematici Entratel o Fisconline entro il 30 settembre 2015.
Allegati Links Anche in
  • ItaliaOggi, p. 25 - Avvocati via Entratel