Magistrati della Corte dei conti. Concorso per 30 referendari

Magistrati della Corte dei conti. Concorso per 30 referendari

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, 4a Serie Speciale - Concorsi ed Esami, n. 60 del 31 luglio 2018 un bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, a trenta posti di referendario nel ruolo della carriera di magistratura presso la Corte dei conti.

Chi può partecipare al concorso

Ai sensi dell'articolo 2 del bando, possono partecipare al concorso:

  • i magistrati ordinari nominati a seguito di concorso per esame, che abbiano superato il prescritto tirocinio conseguendo una valutazione positiva di idoneità;
  • gli avvocati dello Stato e i procuratori dello Stato alla seconda classe di stipendio;
  • i magistrati militari di tribunale e i magistrati amministrativi;
  • gli avvocati iscritti nel relativo albo professionale da almeno cinque anni;
  • i dipendenti di ruolo delle amministrazioni pubbliche di cui all'art. 1, comma 2, del decreto legislativo n. 165/2001, i dipendenti dei due rami del Parlamento e del Segretariato generale della Presidenza della Repubblica, i funzionari degli organismi comunitari, i militari appartenenti al ruolo ufficiali (deve trattarsi, in ogni caso, di soggetti assunti attraverso concorsi pubblici, muniti della laurea in giurisprudenza, conseguita al termine di un corso universitario di durata non inferiore a quattro anni, con qualifica dirigenziale o appartenenti alle posizioni funzionali per l'accesso alle quali è richiesto il possesso del diploma di laurea con almeno cinque anni di anzianità di servizio);
  • il personale docente di ruolo delle Università, nonché i ricercatori, confermati o che abbiano conseguito l'abilitazione scientifica nazionale in materie giuridiche, con almeno tre anni di anzianità di servizio.

Riserve e possibile incremento dei posti messi a concorso

Sei posti, dei trenta messi a concorso, sono riservati ai candidati, appartenenti alle categorie indicate nell'articolo 2 del bando, che siano in possesso, oltre che del diploma di laurea in giurisprudenza, anche del diploma di laurea in scienze economico-aziendali o in scienze dell'economia o di altro titolo di studio equipollente ed equiparato.

Viene precisato, altresì, che il numero dei posti messi a concorso potrà essere elevato a 41 se, nelle more della conclusione della procedura concorsuale, intervenga un nuovo decreto autorizzativo, relativo alla programmazione delle assunzioni per l'anno 2018 e, in questo caso, il numero dei posti riservati sarà elevato ad otto unità.

Domande, in via telematica, entro il 29 settembre 2018

Gli interessati al concorso potranno presentare domanda di partecipazione, esclusivamente per via telematica, entro e non oltre le 24.00 del sessantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del bando (ossia entro il 29 settembre 2018).

I candidati dovranno essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personalmente intestato al candidato e devono registrarsi al Portale dei concorsi (https://concorsionline.corteconti.it) dove dovranno seguire la procedura ivi indicata.

Allegati

DirittoFunzioni giudiziarieMagistratiProfessionistiAvvocati