Milleproroghe, i minimi per il 2015 con vecchio e nuovo regime

Pubblicato il


Sarà posta la fiducia alla Camera sul decreto legge Milleproroghe, con probabile blindatura anche in Senato per via dei tempi stretti.

Il testo si arricchisce, dopo una lunga seduta delle commissioni Bilancio e Affari Costituzionali della Camera, della proroga del regime dei minimi Iva al 5%, che affiancherà il nuovo regime per tutto il 2015, e della “mini-proroga” di 4 mesi del blocco degli sfratti, su cui è scritto che il giudice può disporre la sospensione dell'esecuzione dello sfratto fino al centoventesimo giorno dall'entrata in vigore della legge di conversione, per dare il tempo di passare da casa a casa.

Tra le approvazioni, la riapertura dei termini per rateizzare le cartelle Equitalia e, per il 2015, l'aumento al 20% degli anticipi sugli appalti pubblici, che darà liquidità alle imprese in crisi.

Non sono passate le modifiche sulle frequenze tv.
Links Anche in
  • Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi, p. 37 - Partite, Iva ritorna in vita l’opzione per i minimi al 5% - Mobili, Parente