Novità per la relazione unitaria del collegio sindacale. Si inizia con il giudizio

Novità per la relazione unitaria del collegio sindacale. Si inizia con il giudizio

Una versione aggiornata della relazione unitaria del collegio sindacale incaricato della revisione legale dei conti è stata pubblicata dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili.

Il documento, arrivato alla terza edizione, rivisita la versione uscita a marzo 2017, e contiene  le ultime novità regolamentari in materia; infatti con determina del Ragioniere Generale dello Stato del 31 luglio 2017 sono  stati emanati i nuovi ISA  (n. 700, 705, 706, 710) e con determina RGS del 15 giugno 2017 è stato adottato il nuovo principio SA Italia n. 720B “Le responsabilità del soggetto incaricato della revisione legale relativamente alla relazione sulla gestione e ad alcune specifiche informazioni contenute nella relazione sul governo societario e gli assetti proprietari”.

Viene specificato che il lavoro è stato svolto anche considerando il recente documento “Approccio metodologico alla revisione legale dei conti da parte del collegio sindacale nelle imprese di dimensioni minori “, in cui è stata proposta dal Cndcec una nuova versione della metodologia per rispondere, in linea con l’audit risk model, alle esigenze di miglioramento della qualità degli incarichi.

La struttura del testo è quella consueta: tratta preliminarmente della relazione unitaria, quindi riporta le novità derivanti dalla intervenuta riforma, i riferimenti alla vigilanza e alle osservazioni in merito al bilancio, ed infine presenta uno schema-tipo di relazione.

Giudizio del revisore all’inizio della relazione unitaria

La principale novità nel modello standard di relazione di revisione all’interno della relazione unitaria è che il giudizio del revisore dovrà essere posto all'inizio del documento. Oltre al giudizio, il revisore deve (in precedenza questi elementi facevano parte del paragrafo introduttivo della relazione):

  • identificare la società il cui bilancio è stato revisionato;
  • dichiarare che il bilancio è stato oggetto di revisione contabile;
  • identificare l’intestazione di ciascun prospetto che costituisce il bilancio;
  • fare riferimento alle note che includono anche la sintesi dei più significativi principi contabili applicati;
  • specificare la data o l’esercizio di riferimento per ciascun prospetto che costituisce il bilancio.

A seguito della parte che riguarda il giudizio, la relazione di revisione deve comprendere la sezione “Elementi alla base del giudizio” dove il revisore:

  • dichiara che la revisione è stata svolta in conformità ai principi di revisione internazionali ISA Italia;
  • rinvia alla sezione della relazione che descrive le sue responsabilità stabilite dai principi di revisione internazionali ISA Italia;
  • dichiara la sua indipendenza dalla società revisionata in conformità alle norme e ai principi in materia di etica e di indipendenza applicabili nell’ordinamento italiano;
  • dichiara di aver acquisito elementi probativi sufficienti ed appropriati su cui basare il proprio giudizio.

Importate è la novità che, in tale sezione, il revisore deve identificare i responsabili della supervisione del processo di predisposizione dell’informativa finanziaria.

Risulta arricchita di contenuti la sezione riguardante la responsabilità del revisore per la revisione contabile del bilancio: si segnala la dichiarazione del revisore con cui, nell’ambito della revisione contabile svolta in conformità ai principi di revisione internazionali ISA Italia, afferma di aver  esercitato il giudizio professionale e mantenuto lo scetticismo professionale per tutta la durata dell’incarico.

Secondo le parole dei due Consiglieri nazionali delegati alla materia, Raffaele Marcello e Antonio Borrelli “il documento conferma l’impegno di questo Consiglio Nazionale sulla strada della costruzione fattiva di strumenti e supporti al servizio della soluzione di problemi professionali concreti e spesso trascurati dal legislatore e dallo standard setter, come la stesura della relazione unitaria di controllo societario. Siamo convinti della strada così intrapresa – dalla quale non si può più tornare indietro – e ci impegneremo, in futuro, per servire ancora meglio i professionisti italiani lungo l’itinerario di miglioramento della qualità e dell’efficienza degli incarichi di revisione legale”.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 22 marzo 2017 - Relazione di revisione per i bilanci 2016 Indicazioni Cndcec – Moscioni
ProfessionistiCommercialisti ed esperti contabili
festival del lavoro