Obbligazioni per il Meridione: circolare esplicativa dall’Agenzia delle Entrate

Pubblicato il



Con la circolare n. 10/E del 30 aprile 2013, l’Agenzia delle entrate offre alcune risposte ai quesiti pervenuti in merito ai cosiddetti Titoli di risparmio per l'economia meridionale: comuni obbligazioni emesse dalle banche allo scopo specifico di raccogliere denaro a favore delle Pmi con sede operativa nel Mezzogiorno d'Italia.

Dopo aver ricordato l’introduzione nel nostro ordinamento ad opera del Dl n. 70/2011 (articolo 8, comma 4), convertito dalla legge n. 106/2011, l’Agenzia ha voluto offrire alcuni importanti chiarimenti agli operatori del settore sul loro corretto impiego.

Si ricorda che gli interessi maturati da tali titoli beneficiano di un trattamento tributario agevolato, in quanto si applica l’aliquota ridotta del 5% in luogo di quella ordinaria del 20%.

Nello specifico, nella circolare n. 10/E si precisa quanto segue:

i titoli di risparmio per l’economia meridionale in sede di emissione possono essere sottoscritti solo dalle persone fisiche non esercenti attività d’impresa, mentre sul mercato secondario possono essere acquistati da tutte le categorie di investitori. Tuttavia, solo le persone fisiche non esercenti attività d’impresa, residenti o non residenti, possono usufruire dell’aliquota del 5%;

relativamente alla locuzione “possono essere sottoscritti da persone fisiche non esercenti attività d’impresa”, si ritiene che per tale attività debba intendersi sia quella commerciale che quella agricola;

gli imprenditori individuali possono essere ammessi alla sottoscrizione dei bond, con fruizione dell'aliquota al 5% sulla cedola, solo qualora detengano i titoli nella propria sfera privata, cioè al di fuori dell'attività commerciale. In tal caso l’aliquota ridotta si applica anche se i titoli sono acquistati sul mercato secondario;

le associazioni di professionisti, le società semplici e assimilate e gli enti non commerciali non possono usufruire dell’agevolazione e, dunque, non possono sottoscrivere i titoli di risparmio per l’economia meridionale usufruendo del tasso agevolato.
Allegati Links Anche in
  • ItaliaOggi 1° maggio 2013, p. 24 - Bond meridionali a due vie
  • Il Sole 24 Ore 1° maggio 2013 - Norme e Tributi, p. 15 - Bond per il Sud con tassazione al 5% - Sacrestano