Obbligo di green pass, pubblicate le prime Faq del Governo

Pubblicato il


Obbligo di green pass, pubblicate le prime Faq del Governo

A seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto legge 21 settembre 2021, n. 127, sull'obbligo di utilizzo del green pass, per accedere ai luoghi i lavoro, il Governo aggiorna le Faq presenti sul proprio sito istituzionale.

Nessun obbligo di certificazione verde Covid-19 per i clienti di tassisti ed idraulici, elettricisti o altri tecnici che accedono ad abitazioni private. In particolare, i predetti clienti, non qualificabili come datori di lavoro o committenti non sono tenuti all'obbligo di richiedere il green pass prima dell'accesso al proprio domicilio, fermo restando che l'eventuale richiesta rimane una loro facoltà.

I liberi professionisti, invece, dovranno essere in possesso del green pass per accedere nei luoghi di lavoro pubblici o privati per lo svolgimento della propria attività lavorativa e ne verrà richiesta l'esibizione direttamente dai soggetti individuati e/o designati dal decreto legge 21 settembre 2021, n. 127.

Viene confermato l'obbligo di possesso della certificazione verde Covid-19 per i lavoratori domestici, colf e badanti.

Si rammenta che l'adozione della nuova misura di contrasto alla diffusione del SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro non esime le imprese dall'adottare deroghe rispetto ai protocolli di sicurezza già intervenuti con le parti sociali.

I lavoratori in smart-working non saranno, invece, soggetti all'obbligo di possedere la certificazione verde, purché la prestazione lavorativa in modalità agile non venga utilizzata per eludere l'obbligo di green pass.

Allegati