Riconosciute le associazioni

Pubblicato il



Sulla riforma delle professioni il Decreto competitività stabilisce, in particolare, che: l'istituzione di nuovi ordini dovrà essere subordinata alla necessità "di tutelare interessi costituzionalmente rilevanti nello svolgimento di attività caratterizzate dai rischi di danni sociali conseguenti ad eventuali prestazioni non adeguate"; che potranno essere riconosciute le associazioni tra professionisti che non esercitano "attività regolamentate, tipiche di prestazioni disciplinate ai sensi dell'art. 2229 c.c., se in possesso dei requisiti e nel rispetto delle condizioni prescritte dalla legge"; che il tirocinio dovrà essere retribuito con adeguato compenso e potrà essere svolto anche presso pubbliche amministrazioni e società che svolgano attività nel settore; che non più del 50% dei membri delle commissioni per l'esame di abilitazione professionale potranno essere designati dall'Ordine o dal collegio territoriale.

Allegati