Rottamazione cartelle Equitalia Proroga ad aprile

Pubblicato il


Rottamazione cartelle Equitalia Proroga ad aprile

Il decreto legge terremoto (Dl 8/2017) - nel concludere il suo iter in Commissione ambiente della Camera e, quindi, nel passare all'esame dell'Aula - ha portato con sé la proroga al termine per la definizione agevolata delle cartelle Equitalia.

Il provvedimento, una volta approvato dalla Camera, è atteso in Senato per la conversione prevista entro il 9 aprile prossimo.

Nel provvedimento è stato inserito l'emendamento che prevede la possibilità per tutti i contribuenti, che intendono aderire alla rottamazione delle cartelle, di presentare l'istanza fino al 21 aprile 2017, dal termine originario del 31 marzo.

La proroga concede tempo ad Equitalia per rispondere ai contribuenti con l’indicazione degli importi dovuti fino al 15 giugno 2017.

Il pagamento, inoltre, è previsto in un’unica soluzione o ripartito al massimo in cinque versamenti.

Lo slittamento del termine avrebbe un duplice vantaggio, sia per i contribuenti che per gli uffici. In virtù di tale modifica, infatti:

- i contribuenti possono consegnare la domanda all’agente per la riscossione beneficiando di circa tre settimane aggiuntive;

- il carico di lavoro degli uffici di Equitalia viene alleggerito, tenendo conto delle difficoltà che sono state registrate nelle ultime giornate di lavoro.

Proroga più lunga per le zone colpite dal sisma

Una novità importante contenuta nel Dl terremoto è quella che interessa esclusivamente le popolazioni colpite dal terremoto del Centro Italia: per queste ultime, infatti, le rate non saranno 5, ma 48, e il periodo per aderire è ulteriormente allungato di un anno insieme a uno slittamento degli altri termini fiscali. Si legge, infatti che “per i carichi affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2016 relativamente ai soggetti cui si applicano le disposizioni recate dall'articolo 48, comma 1, del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229, sono prorogati di un anno i termini e le scadenze previste dai commi 1, 2, 3, 3-ter e 12 del presente articolo”.

Durc più agevole

Lo spostamento della scadenza per la presentazione dell’istanza a venerdì 21 aprile mirerebbe, inoltre, a risolvere per migliaia di PMI il problema del rilascio del Durc per chi aderisce alla rottamazione delle cartelle. Infatti, le imprese che presenteranno domanda di rottamazione ad Equitalia dovrebbero beneficiare del rilascio del Durc in via semplificata.

La semplificazione sta nel fatto che, secondo le precisazioni dell’INPS, per il rilascio del Durc sarebbe necessario il pagamento dell’unica o della prima rata, nel caso di importo dilazionato. Mentre, secondo una risoluzione votata all’unanimità dalla commissione Finanze di Montecitorio la scorsa settimana si vorrebbe, per le imprese che accederanno alla definizione agevolata dei carichi affidati a Equitalia, la possibilità di ottenere il Durc immediatamente.

Tuttavia, di questa soluzione riguardante il Durc non vi è traccia nell'emendamento finora presentato.

Allegati Links