Sisma bonus anche ai non residenti

Sisma bonus anche ai non residenti

Il Sisma bonus del Dl 63/2013, come modificato dalla legge 11 dicembre 2016, n. 232, spetta anche ai non residenti (ex art. 24, comma 3 del TUIR), che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, l'immobile sul quale sono stati effettuati gli interventi e che hanno sostenuto le relative spese.

A partire dal 1° gennaio 2017, la detrazione riguarda le spese sostenute per interventi le cui procedure autorizzatorie sono iniziate dopo la predetta data.

A chiarirlo l’Agenzia delle entrate, con la risposta n. 467 del 4 ottobre 2019, che indica anche che per il diritto alla detrazione per interventi di riduzione del rischio sismico sono necessari:

  1.  la classificazione di rischio sismico delle costruzioni;
  2.  l'attestazione, da parte dei professionisti abilitati, dell'efficacia degli interventi effettuati.

Per l'accesso alle detrazioni occorre che la predetta asseverazione sia presentata contestualmente al titolo abilitativo urbanistico.

Allegati

Anche in

  • edotto.com - Edicola del 2 novembre 2019 - Sisma bonus, detrazione subordinata alla data di inizio delle procedure autorizzatorie - Bonaddio
AgevolazioniFisco