Approvato il modello per la dichiarazione sostitutiva sui finanziamenti

Approvato il modello per la dichiarazione sostitutiva sui finanziamenti

Approvato, con provvedimento prot. 270335 del 23 novembre 2017 dell’agenzia delle Entrate, il nuovo modello di dichiarazione dell’imposta sostitutiva sui finanziamenti, unitamente alle istruzioni ed alle specifiche tecniche per la trasmissione telematica.

L’art. 20 del DPR n. 601/1973, modificato dal Dl 193/2016, stabilisce che i soggetti che effettuano le operazioni di finanziamento a medio e lungo termine, dando luogo all’obbligo di pagamento dell’imposta sostitutiva mutui (se presente l'opzione), sono tenuti alla presentazione in via telematica di una dichiarazione relativa alle operazioni effettuate, al posto delle due in precedenza richieste.

Ora, con provvedimento 270335/2017, l’agenzia delle Entrate ha approvato l’apposito modello.

Di rilievo, il fatto che lo stesso modello va utilizzato anche per la liquidazione dell’imposta dovuta a saldo e per la determinazione dell’acconto dovuto per l’esercizio successivo.

Nel modello sono presenti anche i seguenti tre quadri:

  • FA – “Capitale finanziato nel periodo”, per indicare le operazioni di finanziamento effettuate nel corso dell’esercizio di riferimento della dichiarazione;
  • FB – che presenta due sezioni, la prima “Saldo del periodo” e la seconda “Determinazione acconti anno in corso”, rispettivamente per il calcolo del saldo d’imposta relativo al periodo di riferimento della dichiarazione e dell’acconto da versare per quello successivo;
  • FC – “Operazioni straordinarie”, per l’utilizzo da parte del dichiarante di crediti maturati dalle società interessate da operazioni straordinarie avvenute durante il periodo di riferimento della dichiarazione.

Presentazione del modello

Come si precisa nelle istruzioni, a partire dal mese di gennaio 2018 tutti gli utenti sono tenuti a presentare, entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio, la dichiarazione contenente l’indicazione delle operazioni di finanziamento effettuate nel corso dell’esercizio stesso, distinte per tipologia di imposta applicabile, utilizzando il modello approvato.

La dichiarazione va presentata, esclusivamente in via telematica, tramite i Servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate:

  • direttamente dal dichiarante;
  • avvalendosi di intermediari abilitati.

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione sul proprio sito agenziaentrate.gov.it un software gratuito per la compilazione e l’invio telematico della dichiarazione.

Allegati

Links

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 21 novembre 2017 - Finanziamenti a medio-lungo termine Sostitutiva non solo per le banche – Moscioni
ImposteFisco