Bando ISI 2018, nuovi incentivi per le aziende virtuose

Bando ISI 2018, nuovi incentivi per le aziende virtuose

Si rinnova la nona edizione dell’iniziativa dell’INAIL (Bando ISI 2018) che - a partire dal 2010 - ha messo complessivamente a disposizione delle aziende oltre due miliardi a fondo perduto, al fine di incentivare le imprese a migliorare i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. A tal fine, l’Istituto assicuratore ha messo a disposizione delle aziende virtuose euro 369.726.206,00 suddivisi in 5 Assi di finanziamento (Isi Generalista, Isi Tematica, Isi Amianto, Isi Micro e Piccole Imprese e Isi Agricoltura). I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento delle risorse finanziarie, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande. Le istanze, in particolare, potranno essere compilare online tra l’11 aprile e il 30 maggio 2019.

A darne notizia è stato l’INAIL con un Comunicato stampa pubblicato nella giornata di ieri sul proprio sito istituzionale, e pubblicato anche in "Gazzetta Ufficiale" n. 295 del 20 dicembre.

Bando ISI 2018, cos’è e a cosa serve

Il Bandi ISI 2018 persegue un duplice obiettivo, vale a dire quello:

  • di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori;
  • di incentivare le microimprese e le piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, ridurre il livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali. Ciò al fine di soddisfare l’obiettivo del miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali dell'azienda agricola mediante una riduzione dei costi di produzione o il miglioramento e la riconversione della produzione assicurando, al contempo, un miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori.

Bando ISI 2018, ripartizione delle risorse finanziarie

Come accennato in premessa, il Bando ISI 2018 mette a disposizione euro 369.726.206,00 suddivisi in 5 Assi di finanziamento, differenziati in base ai destinatari:

  • Asse 1 (Isi Generalista) euro 182.308.344,00 ripartiti in:
    • Asse.1.1 euro 180.308.344,00 per i progetti di investimento
    • Asse 1.2 euro 2.000.000,00 per i progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • Asse 2 (Isi Tematica) euro 45.000.000,00 per i progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC);
  • Asse 3 (Isi Amianto) euro 97.417.862,00 per i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
  • Asse 4 (Isi Micro e Piccole Imprese) euro 10.000.000,00 per i progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (Ateco 2007 A03.1, C13, C14, C15);
  • Asse 5 (Isi Agricoltura) euro 35.000.000,00 per i progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, così suddivisi:
    • Asse 5.1 euro 30.000.000,00: per la generalità delle imprese agricole
    • Asse 5.2 euro 5.000.000,00: riservato ai giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria.

Bando ISI 2018, misura dell’incentivo

Per quanto riguarda i primi tre Assi di finanziamento è concesso un incentivo in conto capitale nella misura del 65% calcolato sull’importo delle spese ritenute ammissibili. Il finanziamento massimo erogabile è pari a 130.000,00 euro e il finanziamento minimo ammissibile è pari a 5.000,00 Euro. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (sub Asse 1.2) non è fissato il limite minimo di finanziamento.

Relativamente all’Asse 4 è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del al 65% calcolato sull’importo delle spese ritenute ammissibili. Il finanziamento massimo erogabile è pari a 50.000,00 euro ed il finanziamento minimo ammissibile è pari a 2.000,00 euro.

Mentre per l’Asse 5 è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del:

  • 40% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole);
  • 50% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.2 (giovani agricoltori);

calcolato sull’importo delle spese ritenute ammissibili, comunque non superiore a euro 60.000,00 non inferiore a euro 1.000,00.

Bando ISI 2018, invio delle domande

Come di consueto, le domande devono essere presentate in modalità telematica, attraverso una procedura “valutativa a sportello” articolata in tre fasi:

  1. La prima fase inizia l’11 aprile 2019 e le aziende interessate avranno tempo fino alle ore 18 del 30 maggio 2019 per compilare e salvare la propria domanda nella sezione “Servizi online” del sito Inail;
  2. seguirà l’inoltro della domanda online nei giorni e orari di apertura dello sportello informatico (il c.d. “click day”), che saranno pubblicati sul sito dell’Istituto a partire dal 6 giugno 2019;
  3. infine, le imprese collocate in posizione utile per accedere al contributo dovranno poi confermare la domanda inserita online, tramite l’invio della documentazione indicata nell’avviso pubblico per la specifica tipologia di progetto.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 4 dicembre 2018 - Bandi ISI 2018, aggiornamento delle linee di indirizzo per la concessione di incentivi economici – Schiavone
LavoroSicurezza sul lavoro
festival del lavoro