Bando Parco Agrisolare. Al via le domande con novità

Pubblicato il



Bando Parco Agrisolare. Al via le domande con novità

Il MiPAAF ha reso noto l'Avviso del 23 agosto 2022 relativo alla misura M2C1-I.2.2 "Parco Agrisolare" contenentele modalità di presentazione delle domande di accesso alla realizzazione di impianti fotovoltaici da installare su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale.

Alla misura sono destinati 1,5 miliardi di euro nell'ambito del PNRR: una quota pari a 1,2 è destinata al settore della produzione agricola primaria, invece, due quote di 150 milioni di euro sono destinate rispettivamente alla realizzazione di interventi nel settore della trasformazione di prodotti agricoli in agricoli e alla realizzazione di interventi nel settore della trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli. Infine, il 40% delle risorse complessive è da utilizzare per il finanziamento di progetti da realizzare nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Come data di iniizo di invio delle domande è stata decisa quella del 27 settembre, ore 12.00. Ma lo stesso Dicastero il 23 settembre ha modificato alcuni punti dell'avviso del 23/8/2022; in particolare, sono stati rilevati refusi e sono state fornite precisazioni - a mezzo Faq - che hanno portato a ripubblicare gli Allegati A “Regolamento Operativo” e B “Codici ATECO Agrisolare”.

Novità

Le variazioni apportate ai documenti suddetti prevedono:

  • l'installazione dell'impianto fotovoltaico su serre esistenti che risultino strumentali all'attività agricola del beneficiario e per le quali, secondo la normativa vigente in materia, non risulti necessario l'accatastamento;
  • l’istallazione anche su fabbricati censiti con categorie catastali diverse da D/10 o prive della annotazione di riconoscimento della ruralità fiscale, purché essi siano strumentali all’attività svolta dal Soggetto Beneficiario, così come desumibile dal codice ATECO prevalente. In questo caso, la strumentalità effettiva dovrà essere attestata tramite opportune evidenze documentali, ovvero da una relazione tecnica descrittiva.

Per quanto riguida la tabella dei Codici ATECO, viene segnalata l’aggiunta tra le aziende della trasformazione dell’industria delle bevande.  

Bando Parco Agrisolare. Obiettivi

Il bando è diretto a sostenere gli investimenti nelle strutture produttive del settore agricolo, zootecnico e agroindustriale al fine di rimuovere e smaltire i tetti esistenti e costruire nuovi tetti isolati, creare sistemi automatizzati di ventilazione e/o di raffreddamento e installare pannelli solari e sistemi di gestione intelligente dei flussi e degli accumulatori. Obiettivo finale della misura è quello di promuovere l'installazione di pannelli fotovoltaici con una nuova capacità di generazione di 375.000 Kw da energia solare.

Incentivi per il Parco Agrisolare: domande

Nell’Avviso si legge che le domande di incentivo vanno presentate, a pena di irricevibilità, esclusivamente tramite la Piattaforma informatica predisposta dal Soggetto attuatore GSE, all’indirizzo www.gse.it, a partire dalle ore 12.00 del 27 settembre 2022 fino alle 12.00 del 27 ottobre 2022.

Le agevolazioni saranno concesse mediante una procedura a sportello sino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Progetti non ammissibili

Non possono accedere alle agevolazioni interventi che prevedano attività su strutture e manufatti connessi a:

  • attività connesse ai combustibili fossili, compreso l'uso a valle;
  • attività nell'ambito del sistema di scambio di quote di emissione dell'UE (ETS) che generano emissioni di gas a effetto serra previste non inferiori ai pertinenti parametri di riferimento;
  • attività connesse alle discariche di rifiuti, agli inceneritori e agli impianti di trattamento meccanico biologico;
  • attività nel cui ambito lo smaltimento a lungo termine dei rifiuti potrebbe causare un danno all'ambiente.

Comunicazione dell’esito della proposta e realizzazione degli interventi

A seguito del processo di valutazione della proposta inoltrata, in caso di esito positivo, il provvedimento di accoglimento indicherà il contributo spettante.

I lavori per la realizzazione degli interventi previsti devono essere avviati successivamente alla presentazione della proposta; infatti, le spese saranno ritenute ammissibili a partire dal giorno di presentazione della proposta.

Entro 18 mesi dalla data della pubblicazione dell’elenco dei destinatari delle risorse, i beneficiari dovranno realizzare, collaudare e rendicontare gli interventi. E’ ammessa la richiesta di una proroga in presenza di motivi oggettivi e soggetta all’approvazione del Soggetto attuatore, d’intesa con il Ministero. In ogni caso, la realizzazione, il collaudo e la rendicontazione degli interventi devono avvenire entro il 30 giugno 2026.

Parco Agrisolare, nuove disposizioni

Ulteriori disposizioni riguardanti la misura PNRR, Missione 2, componente 1, investimento 2.2 “Parco Agrisolare” sono state fornite dal decreto Mipaaf del 14 luglio 2022 (in G.U. n. 193 del 19 agosto 2022), ad integrazione del precedente decreto 25 marzo dell’anno in corso.

In particolare, gli incentivi vanno estesi anche alle imprese attive nel settore della trasformazione di prodotti agricoli se l'obiettivo è quello di soddisfare il fabbisogno energetico dell'azienda e se la loro capacità produttiva non supera il consumo medio annuo combinato di energia termica ed elettrica dell'azienda agricola, compreso quello familiare.

Allegati