Cndcec, principi per la redazione dei modelli organizzativi e attività dell’organismo di vigilanza

Cndcec, principi per la redazione dei modelli organizzativi e attività dell’organismo di vigilanza

Dopo la consultazione pubblica che si è chiusa lo scorso 23 gennaio, il Cndcec ha pubblicato, in data 19 febbraio, la versione definitiva del documento “Principi consolidati per la redazione dei modelli organizzativi e l’attività dell’organismo di vigilanza e prospettive di revisione del d.lgs. 8 giugno 2001, n. 231”.

Il documento è frutto dell'attività svolta dal Gruppo di lavoro multidisciplinare sulla normativa relativa all’Organismo di vigilanza, Gruppo che vede la partecipazione, oltre che del Cndcec, anche del Consiglio nazionale forense e delle principali associazioni di categoria (ABI e Confindustria).

Obiettivo del tavolo di lavoro è stato quello di ripercorrere i punti salienti della normativa di cui al Decreto legislativo n. 231/2001 e, grazie alla valorizzazione delle esperienze e della sensibilità delle diverse componenti del Gruppo, collocarsi su un piano di analisi più alto di quello fatto proprio dalle Linee Guida e dai principi di volta in volta diffusi dalle singole organizzazioni partecipanti al Gruppo interdisciplinare.

Pertanto, proprio attraverso un approccio comune e una fruttuosa convergenza di interessi tra i vari soggetti coinvolti, il documento fornisce ora spunti importanti per:

  • la definizione di principi da seguire per la predisposizione dei Modelli organizzativi ex D.Lgs. 231/2001 da parte delle imprese,

  • per l’individuazione di norme di comportamento dei componenti degli Organismi di Vigilanza;

  • per l’elaborazione di alcune proposte di modifiche normative in relazione alle maggiori criticità emerse.

Cndcec, Informativa n. 13/2019

Il documento pubblicato ieri, tenendo conto delle varie criticità che sono emerse negli anni nell’interpretazione e nell’applicazione della normativa oggetto di analisi, soprattutto in relazione alle numerose pronunce giurisprudenziali, che soltanto in pochissimi casi hanno effettivamente riconosciuto una valenza esimente ai modelli organizzativi adottati, ha voluto accogliere un approccio proattivo e multidisciplinare, al fine di individuare una serie di principi di alto livello per la predisposizione dei Modelli organizzativi ex Dlgs n. 231/2001 da parte delle imprese e lo svolgimento delle funzioni degli Organismi di vigilanza.

Con informativa n. 13/2019, il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti informa tutti i presidenti degli Ordini dell’avvenuta pubblicazione della versione definitiva del documento.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 11 gennaio 2019 - Modelli organizzativi ex Dlgs 231/2001. Proposte Cndcec per la loro diffusione – Moscioni
ProfessionistiCommercialisti ed esperti contabiliNotaiDirittoDiritto Societario
festival del lavoro