Commissione Europea, sì agli aiuti per le imprese turistiche

Pubblicato il


Commissione Europea, sì agli aiuti per le imprese turistiche

È stato approvato dalla Commissione Europea il regime italiano a sostegno delle imprese del settore del turismo e delle cure terminali colpite dall'emergenza sanitaria da Covid-19.

Il sostegno, che consentirà l'esonero dall'obbligo di versamento dei contributi previdenziali, ridurrà l'onere del costo del lavoro a carico dei datori di lavoro privati dei predetti settori, volti a salvaguardare i livelli occupazionali in ragione degli effetti derivanti dalla pandemia da Covid-19.

La misura, non applicabile ai premi ed ai contributi per l'assicurazione contro gli infortuni, può avere una durata massima di tre mesi in beneficio rispetto alle nuove assunzioni con contratto a tempo determinato e/o stagionali per il periodo dal 15 agosto al 31 dicembre 2020.

La Commissione ha, dunque, constatato la genuinità della previsione del Governo circa le condizioni stabilite dal quadro temporaneo per le misure di aiuti di stato ed in particolare che:

  • l'aiuto non supererà gli 800.000 euro per impresa;
  • il regime è limitato nel tempo, considerata la scadenza del 31 dicembre 2020.

La misura trova, altresì, conforto nell'art. 107, par. 3, lett. b), TFUE, quale rimedio al grave turbamento dell'economia di uno Stato membro.