Decreto dignità. Anc: bene sullo split payment per i professionisti, male sullo spesometro

Decreto dignità. Anc: bene sullo split payment per i professionisti, male sullo spesometro

L’Associazione Nazionale Commercialisti ha incontrato alla Camera dei Deputati l’On. Carla Ruocco, Presidente della Commissione Finanze.

E' affidata ad un comunicato stampa la riflessione su alcuni dei contenuti del Decreto Dignità approvato dal recente Consiglio dei Ministri:

  • si condivide la scelta di abolire lo split payment per i professionisti, misura con la quale il Governo ha rispettato un preciso impegno;
  • c'è delusione nei confronti della decisione di mantenere l’invio semestrale per l’adempimento dello spesometro, anziché prevederne la trasmissione annuale, come richiesto in più occasioni e in qualche modo prospettato.

Sul ruolo del commercialista, è stata evidenziata alla presidente della Commissione l’importanza di riconoscere il contributo apportato dalla categoria allo sviluppo digitale del sistema Paese, richiamando altresì l’attenzione sul ruolo che il commercialista è chiamato a svolgere nell’agevolare il passaggio alla fatturazione elettronica.

“Proprio sulla fatturazione elettronica, l’Anc – spiega il presidente Anc, Cuchel – ha ribadito l’opportunità di eliminare l’obbligatorietà dal 1° gennaio 2019 per tutti i contribuenti, e di introdurre la nuova fatturazione in modo graduale, secondo requisiti che tengano in considerazione le diverse tipologie di contribuenti, con particolare riguardo all’universo imprenditoriale.”.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com - Edicola del 4 luglio 2018 - Decreto dignità. CdL: abolizione split payment professionisti ok. Lavoro da rivedere - Schiavone
ProfessionistiCommercialisti ed esperti contabili