Decreto dignità direzione Camera. Voucher per turismo e agricoltura

Pubblicato il



Decreto dignità direzione Camera. Voucher per turismo e agricoltura

Le commissioni Lavoro e Finanze della Camera hanno concluso l’esame del Dl 87/2018 (decreto dignità) che da lunedì passa all’esame della Camera. Il primo voto è atteso entro il prossimo 2 agosto.

Tra le novità l'esclusione dall’aggravio contributivo dello 0,5% su ogni rinnovo di contratti a termine dei datori di lavoro domestico (per colf, badanti e baby sitter) e l'eliminazione del tetto dei 36 mesi per i contratti a tempo determinato della scuola.

Somministrazione a termine

Se per i datori di lavoro domestico c'è l'esonero, l'incremento dello 0,5% aggiuntivo all’1,4% introdotto dalla legge Fornero invece sarà posto anche per la somministrazione e per ogni rinnovo.

Sempre sulla disciplina della somministrazione, che è equiparata a quella dei contratti a termine, è eliminato lo “stop and go”, che prevede una pausa tra un contratto e l’altro.

La causale del contratto è a carico dell’azienda utilizzatrice.

Tornano i voucher per le piccole aziende dei settori turismo e agricoltura

I buoni lavoro (voucher) si riaffacciano per turismo, agricoltura ed enti locali.

Le aziende alberghiere e le strutture ricettive che operano nel settore del turismo, con massimo 8 dipendenti, e le aziende del settore agricolo potranno utilizzarli per il lavoro di pensionati, disoccupati, studenti fino a 25 anni e percettori di forme di sostegno al reddito.

La durata massima dell'utilizzo passa da tre a dieci giorni.

Allegati Anche in
  • eDotto.com - Edicola del 20 luglio 2018 - Emendamenti Dl Dignità: accordo sui voucher e periodo transitorio sui contratti a termine - Moscioni