Dichiarazione reddituale “quota 100”, pronti i nuovi moduli

Pubblicato il


Dichiarazione reddituale “quota 100”, pronti i nuovi moduli

Online i nuovi modelli (“AP139” e “AP140”) per la dichiarazione di ulteriori redditi percepiti in concomitanza della pensione “quota 100”. Nella domanda è necessario dichiarare, in via preventiva, l’assenza o meno di redditi incumulabili, percepiti successivamente alla decorrenza della pensione. I modelli sono stati resi disponibili sul sito INPS nella sezione “Assicurato Pensionato” di “Tutti i moduli”.

Dopo aver fornito indicazioni dettagliate in merito alla disciplina dell’incumulabilità della pensione “quota 100“ con i redditi da lavoro (cfr. INPS, circolare n. 117 del 9 agosto 2019), con il messaggio n. 54 del 9 gennaio 2020, l’INPS torna sull’argomento rilasciando i predetti modelli (uno utilizzabile in fase di domanda di pensione “quota 100” e l’altro per i soggetti già titolari di pensione “quota 100”) con le relative modalità di compilazione.

Pensione “quota 100”, dichiarazione reddituale in fase di domanda di pensione

Il modulo “AP140”, che deve essere presentato a corredo della domanda di pensione “quota 100”, è composto dalle seguenti sezioni:

  • dichiarazione di assenza di redditi da lavoro. Tale opzione deve essere compilata qualora il soggetto non percepisca redditi da lavoro rilevanti in base al divieto di cumulo disposto dalla normativa vigente;
  • dichiarazione dei redditi da lavoro incumulabili percepiti dopo la decorrenza della pensione. Con riferimento al lavoro autonomo occasionale, ai fini della verifica del superamento del limite dei 5.000 euro lordi annui, rileva il reddito annuo derivante dallo svolgimento di tale attività, compreso, pertanto, quello riconducibile all’attività svolta nei mesi dell’anno precedenti la decorrenza della pensione “quota 100”;
  • dichiarazione riguardante la percezione di redditi da lavoro cumulabili in quanto derivanti da attività svolta precedentemente alla decorrenza della pensione “quota 100”;
  • dichiarazione riguardante la percezione di redditi da lavoro cumulabili, aventi natura di redditi da lavoro ma non rilevanti ai fini di cui trattasi per espresse deroghe normative.

Pensione “quota 100”, dichiarazione reddituale in fase di domanda di pensione

Il modulo “AP139” è stato realizzato per coloro i quali sono già titolari di pensione “quota 100”. I redditi da dichiarazione rispecchiano quelli appena illustrati, con l’unica differenza che i soggetti già titolari di pensione “quota 100” devono dichiarare l’assenza di redditi solo nel caso in cui nell’anno precedente sono stati percepiti redditi incumulabili che hanno dato luogo alla sospensione della pensione.

Negli altri casi, i pensionati che, durante il periodo compreso tra la decorrenza della pensione e il compimento dell’età prevista per accedere alla pensione di vecchiaia, non prevedono di percepire o non hanno percepito redditi da lavoro, non devono presentare alcuna dichiarazione reddituale all’Istituto.

Allegati Anche in
  • edotto.com – Edicola del 12 dicembre 2019 - Pensioni, in aumento gli importi per il 2020 – Bonaddio